Il valzer delle panchine in Serie A ha coinvolto anche la Roma. La società giallorossa per il dopo Ranieri si è affidata a Paulo Fonseca, allenatore portoghese giovane e ambizioso reduce da una positiva esperienza allo Shakhtar. Nel primo pomeriggio è andata in scena la prima conferenza stampa del neo-tecnico che ha tracciato la rotta per i giallorossi, affrontando anche i temi relativi al mercato e in particolare alla posizione di Zaniolo e Dzeko, dribblando le domande relative all'interesse della Roma per Higuain.

https://twitter.com/OfficialASRoma
in foto: https://twitter.com/OfficialASRoma

La prima conferenza stampa da allenatore della Roma di Fonseca

Prima conferenza stampa da allenatore della Roma per Paulo Fonseca. Il tecnico portoghese si è presentato a tifosi e giornalisti, ostentando tutto il suo entusiasmo per la nuova sfida professionale: "Sono molto felice di essere qui. Sono molto motivato per lavorare in questa squadra e in questa città  meravigliosa. Non sarà la mia Roma ma la Roma di tutti. Sono motivato io ma lo sono anche il direttore sportivo e tutta la squadra". E Fonseca avrà bisogno senza dubbio di tutto l'affetto e il calore della piazza che ha già potuto "assaggiare" da avversario: "Quando venni all'Olimpico da avversario c'era un'atmosfera importante. Farò di tutto per ricreare quell'ambiente intorno alla nostra squadra".

Il calciomercato della Roma, secondo Fonseca

Sintonia totale con la dirigenza capitolina e in primis con il direttore sportivo Petrachi con la volontà di creare una Roma forte, nonostante le cessioni di Manolas ed El Shaarawy: "Siamo molto motivati per costruire una squadra ambiziosa e che renda orgogliosi i nostri tifosi. Io e il ds Petrachi stiamo lavorando intensamente per creare una squadra forte, lo stiamo facendo con criterio e ponderando le scelte per portare qui giocatori che diano qualità alla squadra, come Pau Lopez".

Paulo Fonseca e le dichiarazioni su Zaniolo, Dzeko e Higuain

E a proposito del mercato inevitabile anche una battuta sul futuro di Zaniolo e di Dzeko, nomi caldi in questa prima parte del calciomercato. Fonseca lancia un messaggio al bosniaco nel mirino dell'Inter: "Non ho parlato con Edin, ma voglio che resti alla Roma chi è felice di farlo. Voglio giocatori dediti alla causa e motivati a lottare per questo club. Zaniolo? Ha un grande talento e noi ci crediamo molto, ma deve dimostrare in allenamento di meritare questa maglia. La squadra ha talento, ma voglio giocatori pronti a sacrificarsi mettendo gli interessi della squadra davanti a tutto". Sull'interesse invece per Higuain, il mister non si sbilancia: "Sono in sintonia con Petrachi, poi non è mia intenzione parlare di giocatori di altre squadre. Se Higuain verrà da noi, avrò il piacere di parlarne".

Quali sono gli obiettivi della nuova Roma di Paulo Fonseca

Quello che è certo è che a prescindere da chi scenderà in campo e dunque rappresenterà la nuova Roma, bisognerà comunque dare tutto in campo per provare a vincere qualcosa: "E' ovvio che ci sono giocatori che mi aspetto siano dei pilastri del futuro e che facciano parte a pieno titolo del progetto, ma comunque mi aspetto che ci vorrà un po' di tempo perché i miei concetti vengano assimilati. Sono positivo e ottimista, avremo una squadra forte. Pallotta non mi ha fissato traguardi concreti, ma io mi pongo l'obiettivo di tornare in Champions League. La priorità però al momento è costruire una squadra forte, ambiziosa e coraggiosa al di là del risultato. Voglio vincere sempre, se renderemo i tifosi orgogliosi della loro squadra il traguardo sarà più vicino, ma non mi piace fare promesse. Sono però convinto che in questi due anni di contratto più uno, potremo vincere qualcosa".