"Faremo di tutto per trattenere Federico Chiesa". Rocco Commisso, nuovo proprietario della Fiorentina, è stato di parola. Le ultime notizie relative alla presunta trattativa tra la Juventus e il club viola, hanno infatti registrato una brusca frenata sull'asse Torino-Firenze per il trasferimento del gioiello della squadra toscana. Secondo "Il Corriere dello Sport", l'attaccante sembra infatti destinato a rimandare il suo passaggio in bianconero, nonostante l'accordo di massima (un quinquennale da 5 milioni netti a stagione) già trovato con la dirigenza piemontese.

Di fronte alla volontà del nuovo patron gigliato e alla mancanza della presa di posizione di Federico Chiesa, che non ha mai dichiarato apertamente di volersi trasferire alla Juventus, la trattativa di mercato non è dunque mai realmente partita: una situazione che ha finito per dare ragione a chi, come Commisso, ha sempre spinto per blindare il giocatore.

Le difficoltà della Juventus e il rinnovo con la viola

Reduce dall'impegno economico dell'affare de Ligt, la Juventus avrebbe inoltre dovuto vendere qualcuno prima di fiondarsi su Federico Chiesa: cessione che però, ad oggi, non si è ancora verificata. Proprio per questo motivo, secondo il quotidiano romano, Paratici avrebbe gettato la spugna e comunicato al padre Enrico l'intenzione di rimandare l'eventuale trattativa all'estate 2020.

Il tutto per la gioia del popolo viola e per la soddisfazione di Rocco Commisso, che ora potrebbe anche proporre al suo attaccante il rinnovo di contratto con un importante adeguamento d'ingaggio: da 1,7 a 3 milioni di euro netti all'anno. Il giocatore ha intanto raggiunto i compagni negli Stati Uniti per l'international Champions Cup, in attesa di incontrare il presidente a New York: summit che dovrebbe andare in scena nei prossimi giorni, alla presenza del braccio destro di Commisso, Joe Barone, e del direttore sportivo della Fiorentina Pradè.