Il solo Kevin Prince Boateng non basta. Ne sono convinti i dirigenti della Fiorentina, che sono al lavoro per rinforzare il reparto offensivo della squadra di Vincenzo Montella. Nelle ultime notizie di mercato del club viola, e dunque è spuntato il nome di un attaccante brasiliano: Pedro Guilherme Abreu dos Santos. Protagonista in patria con la maglia del Fluminense, e conosciuto da tutti semplicemente con il nome di Pedro, il classe '97 è infatti l'ultimo pallino del tecnico campano.

Sarebbe stato proprio Vincenzo Montella a spingere con i dirigenti del club, per cercare di avvicinare il procuratore del brasiliano e provare a convincere la Fluminense a far partire il ragazzo. Come riferito da Sky Sport, il cartellino di Pedro ha una valutazione di 15 milioni di euro: una cifra che Commisso vorrebbe però rinegoziare imbastendo un'operazione basata un prestito con obbligo di riscatto.

Una trattativa vincolata al futuro di Simeone

Prima di affondare il colpo sul talento del club di Rio de Janeiro, la Fiorentina dovrà però sfoltire la rosa e cercare una sistemazione per Giovanni Simeone. Il ‘Cholito', reduce da una stagione negativa non è infatti più contemplato nel progetto tecnico dell'allenatore viola ed è in attesa di una proposta interessante da altri club. Nelle ultime settimane si sono fatte avanti Verona e Cagliari, mentre da Genova (sponda blucerchiata) è rimbalzata invece l'idea di uno scambio con Gabbiadini.

Vincenzo Montella ha però già scelto e vuole soltanto Pedro. Ora è tutto nelle mani di Daniele Pradè e degli uomini mercato del club, che dovranno prima vendere Simeone e poi farsi avanti per il brasiliano. Se l'argentino dovesse partire, la dirigenza volerebbe dunque in Brasile per chiudere l'affare con la Fluminense, e per regalare al tecnico gigliato il suo nuovo attaccante.