Non c'è soltanto Antonio Conte a catturare l'attenzione di tutti i tifosi italiani. Reduce dall'esperienza in Inghilterra, su quella che è stata proprio la panchina del mister salentino, anche Maurizio Sarri è infatti vicino a rientrare in Italia e a trovar posto in una big del nostro campionato. L'ex allenatore del Napoli, che Roman Abramovich non vorrebbe confermare, sarebbe infatti ad un passo dal vestire la tuta della Juventus.

"La Juventus ha i giocatori per fare quello che vuole Sarri? Dico nì, una via di mezzo – ha commentato Fabio Capello – Secondo me qualche giocatore gli manca. Vedo più giocatori adatti nella Roma. Perché i giallorossi hanno già gli esterni, con quella velocità e quelle capacità che richiede lui. La mentalità della Juve è sempre stata vincere, è il Dna di Boniperti. Poi se riesci a giocare bene è una cosa molto importante e bella".

In difesa di Allegri

Ospite di Sky Calcio Club, l'ex allenatore friulano ha dunque dichiarato di essere perplesso di fronte al presunto ingaggio bianconero di Sarri: "Al Chelsea non è riuscito a far giocare la squadra come lo conoscevamo – ha aggiunto – Lui ha detto che ci vogliono 3 anni, ma alla Juve è difficile che te li concedono. Rivalutare alcuni uomini come Douglas Costa e Dybala? Dybala deve cominciare a pressare. Sarri è riuscito a farlo fare a Insigne. Che sia un buon allenatore comunque non c'è dubbio".

"Quando si dice che la Juve non giocava bene non è vero, perché abbiamo visto fare grandi partite – ha concluso Capello – È un luogo comune dire che le squadre di Allegri non giocano bene. Diciamo che nell'ultimo anno ha staccato un po' la spina, gli son mancati dei giocatori e quindi non è riuscito a esprimere quel gioco che molte volte abbiamo visto negli anni precedenti. Non si arriva due volte in finale di Champions se non giochi bene, non ci arrivi per fortuna. Devi giocare bene e fare risultato, e la Juve è riuscita a farlo".