La lunga marcia verso Wembley, stadio scelto dall'Uefa per ospitare la finale, sta per cominciare. Il grande "circus" di Euro 2020, che dal dodici giugno di quell'anno porterà il grande calcio in dodici città europee, accende infatti i suoi riflettori con le prime partite di qualificazione che coinvolgeranno 55 rappresentative, suddivise in 10 gironi: compreso il gruppo J che vedrà gli Azzurri di Mancini cercare il riscatto dopo il flop mondiale.

Tre giorni di calcio spettacolo

Il calcio d'inizio della prima partita delle qualificazioni è in programma nelle prossime ore, quando Kazakistan e Scozia daranno il via allo show delle 25 gare in calendario, che verranno giocate tutte nel giro di tre giorni: da giovedì 21 a sabato 23 marzo. Tra le sfide in cartellone, spiccano quelle dei vicecampioni del mondo della Croazia (impegnati domani con l'Azerbaigian), il big match tra Inghilterra-Repubblica Ceca di venerdì e l'impegno del Portogallo di Cristiano Ronaldo contro l’Ucraina di Shevchenko.

Nella stessa serata che vedrà in campo i campioni d'Europa in carica ci sarà anche il debutto della Francia campione del mondo (contro la Moldavia), mentre l'Italia di Mancini esordirà a Udine (sabato 23 ore 20.45) ospitando la Finlandia per la prima partita del gruppo J: in campo anche con Bosnia Erzegovina-Armenia e Lichtenstein- Grecia. Sempre sabato, infine, è in programma anche il primo test della Spagna di Luis Enrique: al Mestalla di Valencia contro la Norvegia.

Dove vedere in tv le prime partite di qualificazione a Euro 2020

Oltre alla partita della nostra Nazionale, che verrà trasmessa sabato 23 marzo in diretta su Rai Uno e in streaming su Rai Play, altre quattro gare di qualificazione potranno essere seguite nel nostro paese (in chiaro) grazie a Mediaset. La rete del Biscione manderà infatti in onda il 21 marzo Belgio-Russia (ore 20.45, canale 20), il 22 Portogallo-Ucraina (20.45, Italia 1), il 24 Olanda-Germania (20.45, Rete 4) e il 25 marzo Francia-Islanda (20.45, Italia 1). Anche questi incontri saranno visibili online grazie a Mediaset Play.

Il calendario completo della tre giorni

Giovedì 21 marzo

Kazakistan-Scozia (girone I), giovedì 21 marzo, ore 16:00.
Cipro-San Marino (girone I), giovedì 21 marzo, ore 18:00.
Belgio-Russia (girone I), giovedì 21 marzo, ore 20:45.
Irlanda del Nord-Estonia (girone C), giovedì 21 marzo, ore 20:45.
Olanda-Bielorussia (girone C), giovedì 21 marzo, ore 20:45.
Croazia-Azerbaigian (girone E), giovedì 21 marzo, ore 20:45.
Slovacchia-Ungheria (girone E), giovedì 21 marzo, ore 20:45.
Austria-Polonia (girone G), giovedì 21 marzo, ore 20:45.
Israele-Slovenia (girone G), giovedì 21 marzo, ore 20:45.
Macedonia del Nord-Lettonia (girone G), giovedì 21 marzo, ore 20:45.

Venerdì 22 marzo

Bulgaria-Montenegro (girone A), venerdì 22 marzo, ore 18:00.
Inghilterra-Repubblica Ceca (girone A), venerdì 22 marzo, ore 20:45.
Lussemburgo-Lituania (girone B), venerdì 22 marzo, ore 20:45.
Portogallo-Ucraina (girone B), venerdì 22 marzo, ore 20:45.
Albania-Turchia (girone H), venerdì 22 marzo, ore 20:45.
Andorra-Islanda (girone H), venerdì 22 marzo, ore 20:45.
Moldavia-Francia (girone H), venerdì 22 marzo, ore 20:45.

Sabato 23 marzo

Georgia-Svizzera (girone D), sabato 23 marzo, ore 15:00.
Gibilterra-Irlanda (girone D), sabato 23 marzo, ore 18:00.
Malta-Far Oer (girone F), sabato 23 marzo, ore 18:00.
Svezia-Romania (girone F), sabato 23 marzo, ore 18:00.
Spagna-Norvegia (girone F), sabato 23 marzo, ore 20:45.
Bosnia Erzegovina-Armenia (girone J), sabato 23 marzo, ore 20:45.
Italia-Finlandia (girone J), sabato 23 marzo, ore 20:45.
Liechtenstein-Grecia (girone J), sabato 23 marzo, ore 20:45.