Urna di Dublino benevola per l’Italia di Roberto Mancini. Bosnia, Finlandia, Grecia, Armenia e Liechtenstein infatti le avversarie degli azzurri nel girone di qualificazione al prossimo Campionato Europeo del 2020, il primo massimo torneo continentale itinerante (la gara inaugurale si giocherà il 16 giugno 2020 a Roma, la finale sarà invece a Wembley). La Nazionale italiana parte dunque da assoluta favorita nel gruppo J per staccare uno dei due pass che danno l’accesso diretto alla manifestazione e accantonare il “disastro” della non qualificazione all’ultimo Mondiale. Andiamo dunque adesso a conoscere meglio, una per una, le avversarie che gli azzurri troveranno sulla propria strada nella corsa ad Euro 2020.

Perché l’Italia è nel girone da sei squadre

All’Italia, come’era prevedibile, è toccato uno dei cinque gironi da sei squadre a causa del nuovo regolamento del sorteggio. Infatti le 55 nazionali al via di queste qualificazioni all’Europeo sono state divise in dieci gruppi: cinque da cinque squadre (quattro spettanti alle nazionali qualificate alla Final Four della Nations League e una uscita dal sorteggio) e altrettanti gironi da sei compagini. Le probabilità per gli azzurri di centrare un gruppo con sole quattro avversarie dunque erano davvero poche già alla vigilia del sorteggio.

Evitata la Germania. Pjanic, Dzeko e Manolas gli ‘scogli’ per Euro 2020

Evitato lo spauracchio Germania, l’avversario di seconda fascia pescato dall’Italia è stata la Bosnia di Edin Dzeko e Miralem Pjanic, ossia una delle nazionali più ostiche del lotto che, dopo aver condiviso con gli azzurri la delusione della non qualificazione al Mondiale russo, si è immediatamente rifatta dominando il proprio girone di Nations League (con Austria e Irlanda del Nord) guadagnandosi la promozione in Lega A trascinata proprio dal centravanti della Roma autore di tre reti nelle quattro partite disputate. È andata meglio invece per quel che riguarda l’avversario di terza fascia uscito dall’urna di Dublino.

Agli uomini di Roberto Mancini è toccata infatti la non irresistibile Finlandia che, seppur vincitrice del proprio girone di Nations League di Lega C, non presenta nessuna individualità di rilievo (solo il portiere Lukas Hradecky del Bayer Leverkusen gioca in uno dei top 5 campionati del Vecchio Continente). Dalla quarta fascia è arrivata invece la Grecia dell’altro romanista Kostas Manolas, nazionale in fase di rifondazione ma sempre squadra difficile da incontrare in trasferta. Decisamente morbide le ultime due squadre che chiudono il Gruppo J, ossia l’Armenia che, a parte il trequartista dell’Arsenal Henrikh Mkhitaryan, non dispone di altri calciatori di livello, e la cenerentola Liechtenstein (nel quale ci sarà l’empolese Marcel Buchel).

Cosa dice il regolamento. Le prime due classificate dei 10 gironi si qualificheranno direttamente agli Europei, gli altri 4 posti saranno invece stabiliti dagli spareggi ai quali prenderanno parte le 16 vincitrici dei gironi di Nations League oppure le squadre successive meglio piazzate degli stessi gironi di Nations.

La soddisfazione di Mancini: Evitata la Germania

 "Sulla carta, è un buon girone. Ma le partite comunque vanno giocate e vinte". Così il ct commenta il sorteggio dei gironi di qualificazione di Euro 2020. "La Germania? E' stato un bene averla evitata… Noi abbiamo sempre lottato ai vertici, abbiamo vinto quattro Mondiali e un Europeo. Questa è la nostra storia e dobbiamo tornare dove meritiamo".

Il calendario delle gare di qualificazione dell'Italia

  • 1a giornata: Italia-Finlandia 23/03/2019
    2a giornata: Italia-Liechtenstein 26/03/2019
    3a giornata: Grecia-Italia 08/06/2019
    4a giornata: Italia-Bosnia 11/06/2019
    5a giornata: Armenia-Italia 05/09/2019
    6a giornata: Finlandia-Italia 08/09/2019
    7a giornata: Italia-Grecia 12/10/2019
    8a giornata: Liechtenstein-Italia 15/09/2019
    9a giornata: Bosnia-Italia 15/11/2019
    10a giornata: Italia-Armenia 18/11/2019

Le date delle gare di qualificazione ad Euro 2020

Le dieci giornate della fase a gironi di qualificazione saranno spalmate in sei tappe comprese nel periodo che va dal 21 marzo al 19 novembre 2019:

  • dal 21 al 26 marzo 2019
    dal 7 all'8 giugno
    dal 10 all'11 giugno
    dal 5 al 10 settembre
    dal 10 al 15 ottobre
    dal 14 al 19 novembre 2019