Con le sfide valevoli per la quinta giornata di qualificazione, la corsa verso l'Europeo della prossima estate è entrata nel vivo. Dopo la vittoria degli Azzurri in Armenia, a tenere alta l'attenzione dei tifosi sono infatti arrivate altre otto partite andate tutte in scena nelle ultime ore. Si sono giocate ovviamente anche le altre due gare del gruppo J: quello dell'Italia. La Bosnia di Pjanic ha infatti vinto facilmente contro il Liechtenstein grazie ad un rotondo 5-0 con un gol anche di Dzeko, mentre la Finlandia ha battuto con la Grecia di misura grazie al rigore di Pukki. Due risultati che non cambiano la fisionomia della classifica del girone, che vede ancora l'Italia in testa davanti ai finlandesi.

La classifica del gruppo J

Italia 15 punti

Finlandia 12

Bosnia 7

Armenia 6

Grecia 4

Liechtenstein 0

La Danimarca avvicina l'Irlanda

Nel girone D, sono scese in campo Irlanda, Svizzera, Gibilterra e Danimarca. Nel match che si è disputato all'Aviva Stadium di Dublino, la formazione elvetica del commissario tecnico Petkovic è stata fermata nel finale dagli irlandesi. Dopo la rete di Schar, è infatti arrivato il pareggio di McGoldrik a 5 minuti dalla fine. In Gibilterra, la Danimarca ha invece vinto di goleada e sotterrato gli avversari con un largo 6-0, nel quale ha trovato posto anche la doppietta di Eriksen. Una vittoria che permette ai danesi di avvicinare l'Irlanda in classifica (sono tre i punti che separano le due squadre) e lasciare al terzo posto, con 5 lunghezze, la Svizzera.

Spagna corsara in Romania

Con il dolore nel cuore per la tragedia capitata a Luis Enrique, la Spagna si è sbarazzata (non senza qualche difficoltà) della Romania di Cosmin Contra vincendo in trasferta 2-1 (Sergio Ramos e Paco Alcacer) e conquistando la quinta vittoria in altrettante partite. Nel raggruppamento F, sono inoltre arrivate le facili vittorie di Svezia e Norvegia rispettivamente contro Far Oer e Malta.

Per quanto concerne la classifica, gli spagnoli sono sempre davanti a tutti a punteggio pieno dopo cinque partite. Dietro di loro, la Svezia a quota 10 e la Norvegia a 8 punti. Infine nell'unico match disputato per il gruppo G, Israele e Macedonia del Nord hanno chiuso sul punteggio di 1-1. Per i padroni di casa ha segnato l'ex Palermo Eran Zahavi. Un risultato finale che fa felice la Polonia: in testa al raggruppamento, con 4 punti sugli israeliani, e pronta a prendere il largo.