Un episodio rischia di rovinare l'atmosfera di festa in casa Juventus per il ritorno alla vittoria con il 6-2 rifilato in inferiorità numerica all'Udinese, che ha permesso ai bianconeri di ridurre le distanze dalla capolista Napoli. Protagonista Paulo Dybala che al momento della sostituzione ordinata dal suo mister Allegri nella ripresa sembrerebbe aver pronunciato una frase offensiva in spagnolo. L'argentino scuro in volto ha abbandonato il terreno tutt'altro che soddisfatto con il labiale che, seppur non chiarissimo, sembra confermare l'espressione ingiuriosa.

Il presunto insulto di Dybala.

Al 67′ della ripresa con la Juventus in vantaggio per 4-2 nonostante l'espulsione di Mandzukic, Allegri ha deciso di sostituire Dybala con Douglas Costa. Una prova generosa quella dell'argentino che tuttavia non è riuscito a timbrare il cartellino del gol. Ecco allora che una volta accortosi della decisione del suo tecnico, l'ex Palermo ha cambiato espressione dirigendosi verso la panchina scuro in volto. Come evidenziato dalle immagini di Premium, la Joya avrebbe pronunciato un insulto in spagnolo ("la concha de tu madre") anche se il labiale non sembra molto chiaro e dunque il condizionale è d'obbligo.

Il nervosismo di Dybala.

Nonostante il grande lavoro suo e del resto della squadra, costretta a giocare in 10 dal 26′ del primo tempo, Dybala avrebbe voluto proseguire la partita, senza rifiatare. Il gol manca dal derby contro il Torino del 23 settembre, e nelle ultime due giornate l'attaccante ha sbagliato due rigori decisivi consecutivi. Ecco spiegato il motivo del suo nervosismo, accentuato probabilmente anche dal gol annullato poco prima dell'uscita dal campo per un fuorigioco millimetrico di Higuain.

Il precedente tra Dybala e Allegri.

I rapporti tra Dybala e Allegri non sono stati sempre rose e fiori. Un precedente è quello del gennaio 2017, quando la Juventus s'impose in casa del Sassuolo. Anche in quell'occasione l'attaccante non gradì la scelta del suo tecnico che decise di sostituirlo con Pjaca e al momento dell'uscita dal campo rifiutò il classico "cinque" con il suo allenatore. Un episodio stigmatizzato anche da capitan Buffon, con Dybala che poche ore dopo si scusò pubblicamente