Lionel realizza una doppietta e atterra sulle semifinali di Champions. Cristiano Ronaldo segna ma esce a capo chino dal campo come mai gli era capitato nelle ultime edizioni della Coppa. CR7 è nel cono d'ombra, sotto i riflettori ci resta l'eterno rivale del Barcellona che può puntare a conquistare a Madrid quel trofeo negli ultimi anni appannaggio del portoghese. Non ci sarà alcuna sfida tra giganti, né match calcolato con certezza da qualche algoritmo, né rivincita rispetto a quanto accadde nel 2009 quando i catalani cancellarono il Manchester United.

Da ieri sera Ronaldo ha interrotto le comunicazioni. Nessun post, nessun messaggio. Niente di niente. Solo silenzio social, che è forse la cosa migliore da fare in questo momento in cui serve raccogliere le energie e lasciar sbollire la delusione. Non era abituato a sensazioni del genere come scandito quando, cin una tripletta, mandò gambe all'aria l'Atletico Madrid. "Sono qui per questo", disse dopo aver eliminato i colchoneros ribaltando il 2-0 subito al Wanda Metropolitano.

Ed è in questo solco che aveva fatto il possibile per accorciare i tempi di recupero dall'infortunio subito in nazionale: voleva esserci contro l'Ajax e ce l'ha fatta. Peccato che le sue reti, tanto all'andata quanto a ritorno, non siano state sufficienti per spingere la Juventus in semifinale. Ora la voglia di parlare è davvero poca. Per consolarlo il Cadice (società spagnola della seconda divisione) gli ha rivolto un invito tanto speciale quanto ironico. "Ciao Cristiano, non essere triste per l'eliminazione contro l'Ajax e vieni al Cadice. Fra un paio d'anni saremo lì a lottare, un abbraccio forte".

Dal gestaccio nella mixed zone ai giornalisti spagnoli (dopo il ko subito a Madrid contro il Cholo) fino a quello compiuto in campo verso i tifosi dell'Atletico che lo avevano bersagliato: la rabbia e l'orgoglio di CR7 non erano passati inosservati e fecero molto rumore. E fa molto rumore anche il suo silenzio del momento. Unica a parlare della sua famiglia è stata la sorella Katia Aveiro che su Instagram ha scritto un messaggio a doppio taglio… quasi una stoccata alla Juventus: "Tu hai fatto la tua parte, amore mio. Complimenti all'Ajax".