Se spendi 10 mila euro a notte per soggiornare in una suite cosa vuoi che sia concedersi un bicchiere di vino pregiato a tavola? Uno sfizio e un lusso da straricco. Qualcosa di molto esclusivo e costoso: due bottiglie per la somma di 31 mila euro, quanto basta per bagnare anche una ricorrenza speciale come il primo compleanno della figlioletta, Alana Martina. E' la cifra che Cristiano Ronaldo ha speso per sorbire quel ‘nettare' in compagnia della fidanzata, Georgina Rodriguez, in uno dei ristoranti più noti e cari della capitale londinese: si tratta di Scott's, dove CR7 s'è recato poco prima di assistere alla fase finale del torneo Atp di tennis.

Qual è il vino che il campione portoghese ha scelto?

In realtà secondo le notizie rilanciate dal tabloid ‘The Sun' sono due le qualità di vino che l'ex stella del Real Madrid ha acquistato senza badare all'importo. Del resto, se porti al braccio un orologio da 2 milioni di euro (ricordate, il modello esibito prima della gara di Champions a Manchester?), allora puoi anche permetterti di sborsare ‘spiccioli' per concederti – in compagni dell'amata e di qualche amico fidato – subito una bottiglia di Richebourg Grand Cru, il vino più costoso del mondo, pagando 20 mila euro.

E' un prodotto considerato così ricercato da non essere inserito nel menù né offerto nella carta che viene abitualmente sottoposta anche ai clienti più facoltosi. Non contento, dopo aver apprezzato il primo, CR7 ha chiesto al sommelier che stappasse anche un Pomerol Petrus del 1982, pagato circa 11 mila euro. Oltre 30 mila euro mandati giù in pochi sorsi nel giro di quindici minuti. Oltre 30 mila euro senza aver finito la bottiglia, si legge sul giornale inglese che riporta le testimonianze di altri avventori. Roba da super ricchi. Roba che un calciatore/campione/uomo brand come Cristiano Ronaldo – che fattura, considerando anche gli introiti che arrivano dal calcio, circa 100 milioni di euro all'anno – può concedere a sé stesso e ai propri cari.