Krzysztof Piatek lunedì pomeriggio non sarà in campo con il Genoa perché squalificato e risparmierà a sé stesso e ai tifosi l'imbarazzo di affrontare il Milan che a distanza di 24 ore (entro martedì arriverà il via libera definitivo) lo accoglierà al posto di Gonzalo Higuain consegnandogli quella 9 che finora non ha portato molta fortuna a chi l'ha avuta sulle spalle. La trattativa può dirsi conclusa, ‘tutto fatto' come si dice in gergo.

Cosa manca perché l'attaccante polacco possa vestire la maglia rossonera e raggiugnere Milanello, la sua nuova casa? L'avallo formale del Cda milanista: arriverà entro le prossime 72 ore e sarà un segnale di via libera anche per il Pipita che ha già il biglietto per Londra in tasca e adesso ha solo voglia di lasciarsi alle spalle i sei mesi ‘d'inferno' per riabbracciare Maurizio Sarri, il tecnico che lo ha trasformato in un bomber da record a Napoli e ha fatto pressione sulla dirigenza Blues per essere accontentato dopo la cessione di Morata e per il feeling mai sbocciato con Giroud.

 

Krzysztof Piatek al Milan, i dettagli della trattativa

Tredici gol in 19 partite alla prima stagione in Serie A, meglio di Krzysztof Piatek finora ha fatto solo Cristiano Ronaldo. Nessuno avrebbe mai pensato che la punta del Grifone potesse sfidare i top player per il titolo di cannoniere. Diciannove le marcature nel complesso, considerate anche quelle messe a segno (6) in Coppa Italia: totale 21 match disputati, 19 gol e una media di 1 rete ogni 93 minuti. C'è altro da aggiungere rispetto ai numeri?

  • Chi è mai il calciatore arrivato sotto la Lanterna nell'estate scorsa dal Cracovia? Ha 23 anni, è alto 183 cm, calcia di destro, di ruolo è la classica punta centrale capace di adattarsi per esigenze tattiche anche a posizioni di seconda punta oppure ala destra. E' lui il giocatore individuato dalla dirigenza milanista per regalare a Gattuso il rinforzo giusto nella corsa al quarto posto e alla conquista della Champions.
  • La formula e la plusvalenza. Il presidente del Genoa, Enrico Preziosi, realizza con la cessione di Piatek una plusvalenza notevole: acquistato per 4.5 milioni di euro, incasserà 35 milioni di euro più bonus. Cinque in meno rispetto alle pretese iniziali ma con una formula differente per sviluppare l'affare: non prestito con diritto di riscatto molto alto e stabilito in anticipo (come proposto dal Milan) ma solo cessione a titolo definitivo.
  • Stipendio quadruplicato. Passare dal Milan al Genoa conviene, e come, anche a Piatek. L'accordo raggiunto con i rossoneri permetterà all'attaccante polacco di vedere moltiplicato per quattro il proprio stipendio: passerà dai 500 mila euro di ingaggio attuali a un contratto di 2 milioni a stagione per i prossimi 5 anni.
  • Contropartita tecnica. Il Milan pagherà solo 35 milioni per Piatek? No, nella trattativa quasi sicuramente  sarà inserito come parziale contropartita Halilovic, mentre dovrebbe rimanere fuori Bertolacci, che non sembra entusiasta di tornare al Genoa.
La scheda di Piatek (fonte whoscored.com)
in foto: La scheda di Piatek (fonte whoscored.com)