Cristiano Piccini è pronto per scendere in campo da titolare in Italia-Finlandia. Roberto Mancini ha scelto di affidare una maglia da titolare all'esterno classe 1992 del Valencia per sostituire l'infortunato Florenzi nel primo match di qualificazione a Euro 2020. Un'opportunità importante per un ragazzo che dopo una lunga gavetta in Italia si è affermato all'estero diventando uno dei migliori interpreti del suo ruolo. Dopo due presenze, con pochi minuti all'attivo, prima uscita dal 1′ per Cristiano Piccini, calciatore che non teme le sfide e che potrebbe essere uno dei punti di forza della Nazionale del futuro.

Cristiano Piccini, dove gioca e quanto vale la sua clausola rescissoria

Cristiano Piccini gioca nel Valencia, il club spagnolo che nella scorsa estate lo ha prelevato dallo Sporting Lisbona. Un affare da 8 milioni più bonus (operazione complessiva da 10 milioni) per  Pipistrelli che hanno creduto fortemente nelle doti del terzino italiano. A conferma di questo ecco una clausola rescissoria super: chi vorrà acquistare il calciatore toscano dovrà versare 80 milioni di euro al Valencia. La sua quotazione di mercato, che attualmente ne fa uno dei laterali più costosi dell'intero panorama calcistico internazionale, è cresciuta dunque notevolmente. Il Betis nel 2015 lo ha prelevato dalla Fiorentina per 1.5 milioni, con lo Sporting che due anni dopo ha speso circa 3 milioni per acquistarlo dagli andalusi.

Foto Transfertmarkt.com
in foto: Foto Transfertmarkt.com

La carriera di Cristiano Piccini, ruolo e caratteristiche

A livello giovanile il fiorentino doc Piccini era considerato uno dei giovani più promettenti d'Italia. Cresciuto nelle Giovanili della Viola, il classe 1992 facendo una lunga gavetta passata anche tra Carrarese, Spezia e Livorno. In terra labronica gioca 20 partite in Serie A (dopo l'esordio con la Fiorentina), prima di trasferirsi in Spagna. Qui le cose vanno meglio e con il Betis Piccini inizia a mettersi in mostra, dimostrandosi un terzino affidabile e di prospettiva. Ecco allora l'approdo allo Sporting dove il giocatore toscano esordisce in Champions. A proposito di Champions in stagione Piccini ha affrontato la Juventus nella fase a gironi con la maglia del Valencia (31 le sue presenze in stagione). Dotato di un gran fisico (1.89 cm per 89 kg), il terzino destro italiano si esprime al meglio in fase di copertura (pur facendo bene anche la fase offensiva) rivelandosi una pedina molto affidabile abile sia nella difesa a 4, che in posizione più avanzata. Nel 2016 Piccini ha dovuto fare i conti con un grave infortunio al ginocchio: un'esperienza che ha temprato ulteriormente il ragazzo che dopo una parentesi nell'Under 21, è entrato nel giro della Nazionale maggiore con Mancini che gli ha concesso pochi minuti nel finale delle gare contro Ucraina e Polonia.

Foto Whoscored.com
in foto: Foto Whoscored.com

Cristiano Piccini, vita privata e social

Cristiano Piccini è un amante dei tatuaggi e infatti spesso e volentieri li mostra anche sul suo profilo social che può contare su più di 90mila followers. La sua compagna (della quale non si conosce il nome) è portoghese, con i due che si sono conosciuti durante la sua esperienza al Betis. Nel dicembre 2018 è nata la piccola Leah, che lo stesso calciatore ha mostrato in più di un'occasione su Instagram. A proposito dei social non mancano mai i saluti dei tifosi toscani nei confronti di Piccini, e soprattutto dei tifosi della Fiorentina che sperano in un suo ritorno nella città natale (clausola permettendo)

Where life begins and love never ends.💚 #FamilyFirst

A post shared by Cristiano Piccini (@crispiccini) on