A gennaio, ma più probabilmente nella prossima estate, il nome di David Luiz sarà certamente tra quelli più chiacchierati nelle trattative di mercato. Il trentunenne difensore brasiliano, attualmente in Inghilterra con la maglia del Chelsea, lascerà infatti la Premier League nel giugno del 2019: ovvero alla b con la società di Roman Abramovich.

Secondo il tabloid inglese "Daily Mirror", la dirigenza londinese non avrebbe infatti intenzione di proporre il prolungamento al centrale brasiliano, che dal prossimo luglio sarà quindi libero di lasciare Londra a parametro zero. Nonostante l'ottimo feeling con Maurizio Sarri, e il recente gol del 2 a 0 al Manchester City, David Luiz sembra dunque destinato a partire dopo un'esperienza in Premier League durata in totale sei anni.

Sarri preme per una sua conferma

Sbarcato in Inghilterra nell'agosto del 2011 per 20 milioni di euro, e successivamente tornato a Londra cinque anni più tardi (per 35 milioni) dopo la parentesi al Paris Saint-Germain, David Luiz potrebbe quindi diventare un obiettivo di mercato sensibile per diversi club italiani. In primis per il Napoli del suo ex allenatore Carlo Ancelotti, che già nella scorsa estate si fece infatti avanti con trenta milioni di euro per strappare il giocatore nato nella provincia di San Paolo.

A spingere invece per un accordo tra il Chelsea e il giocatore è Maurizio Sarri: "David Luiz, insieme a Cesc Fabregas (altro giocatore a scadenza, ndr), è un leader – ha spiegato recentemente il tecnico – Penso che sarebbe molto importante per me, per lo staff e anche per i suoi compagni se restasse perché sarebbe difficile sostituirlo. La società vuole un nuovo accordo breve, il giocatore ne vuole uno più lungo ma penso che alla fine si possa trovare una soluzione".