Il Manchester United ha ribaltato tutti i pronostici della vigilia e nella gara in casa del Paris Saint-Germain al Parco dei Principi, valida per il ritorno degli ottavi di Champions League, ha battuto i padroni di casa 3-1 ottenendo la qualificazione per i quarti di finale. Sulle tribune dello stadio parigino, pronto per una serata di gala, c'era anche Eric Cantona, leggenda dei Red Devils, che insieme a Paul Pogba e Patrice Evra hanno esultato e festeggiato in maniera molto accesa il passaggio insperato al turno successivo da parte degli inglesi.

Dopo pochi minuti dalla fine della gara, secondo quanto riportato da RMC Sport, Cantona si sarebbe reso protagonista di una forte provocazione nei confronti di Neymar, Dani Alves, del fratello di Marquinhos e del padre dello stesso numero 10 del PSG, che non ha particolarmente gradito il modo di festeggiare dell'ex calciatore e i due sono quasi venuti alle mani. Sono dovuti intervenire gli uomini del servizio di sicurezza del Paris Saint-Germain per impedire che il contatto tra Cantona e il padre di Neymar fosse di altra intensità. Pian piano gli stati d'animo si sono distesi e l'ex calciatore del Manchester United è andato negli spogliatoi per festeggiare con l'allenatore Ole Gunnar Solskjær e Sir Alex Ferguson. A testimoniare l'aria che si respirava nello spogliatoio dei Red Devils ci ha pensato il club britannico pubblicando una foto sui canali social che ha raccolto molti consensi e ha fatto scappare qualche lacrimuccia ai sostenitori più datati dello United.

Tifoso inglese accoltellato da un tassista a Parigi

Brutto episodio dopo la gara di ritorno degli ottavi di Champions League a Parigi: un tassista prima raccolto una chiamata di tifosi inglesi, poi li ha costretti a scendere perché stavano festeggiando la vittoria della loro squadra e, infine, ha minacciato una ragazza del gruppo con un coltello. Un amico ha cercato di difenderla ed è stato gravemente ferito: subito è stato portato in ospedale dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico ad un polmone.