Quando dicono che certe cose "succedono solo in Italia" non credeteci, perché poi gli eventi che ci circondano dicono che non è vero. Un tifoso del Manchester United è rimasto gravemente ferito dopo essere stato accoltellato da un tassista parigino che lo stava trasportando insieme ai suoi compagni dopo il fischio finale della gara di ritorno degli ottavi di finale della Champions League 2018/2019. L'autista è rimasto sconvolto dalla celebrazione dei tifosi dopo la sconfitta di Paris Saint-Germain e ha costretto i suoi passeggeri a scendere dalla macchina: una volta fuori, secondo quanto riportato da Sky Sports, il tassista ha minacciato l'unica donna del gruppo con un coltello e il ragazzo che ha cercato di difenderla è rimasto gravemente ferito. In seguito all'aggressione il tifoso dei Red Devils è stato portato all'Hôpital Européen Georges-Pompidou dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico ad un polmone. La polizia francese ha immediatamente iniziato le indagini e ha arrestato un sospetto nella giornata di ieri.

Dal canto, appena saputo dell'accaduto il Manchester United ha rilasciato una dichiarazione a sostegno del suo tifoso per augurargli una pronta guarigione: "Siamo rimasti sorpresi dopo essere stati informati dell'incidente in cui è incappato uno dei nostri tifosi, che è stato accoltellato a Parigi per la partita di Champions League. Gli auguriamo il meglio per la sua guarigione". In merito alla vicenda si è espresso anche un portavoce del Ministero degli Affari Esteri del Regno Unito, che ha fatto riferimento al caso del tifoso ferito e ha offerto tutto il possibile aiuto alle forze di sicurezza francesi: "Siamo in contatto con le autorità francesi dopo l'incidente che ha visto coinvolto un cittadino britannico a Parigi il 6 marzo e siamo pronti ad offrire assistenza se necessario".