Tra i protagonisti di questa edizione della Champions League, c'è anche André Onana: ventitreenne numero uno della rivelazione Ajax e della nazionale camerunese. Il giocatore di ten Hag, alla viglia della sfida contro il Tottenham, ha parlato in un'intervista rilasciata alla BBC nella quale ha evidenziato un certo pregiudizio nei confronti dei portieri di colore. "Non ci sono molti portieri di colore al vertice, perché la gente crede che siano più soggetti a gravi errori. In realtà non è così, solo che questa convinzione li costringe a lavorare di più per imporsi".

"La situazione va cambiata – ha aggiunto Onana – perché non è giusto che i neri debbano avere maggiori difficoltà ad arrivare ai massimi livelli. Non è facile per noi raggiungere questo livello, soprattutto se sei nero. Questo comunque non mi condiziona: bianco o nero, alla fine io sono un portiere. Si parla di più quando uno compie un errore rispetto a quando gioca e vince".

Il Barcellona lo vorrebbe indietro

Vicino a raggiungere il traguardo toccato per ultimo da Nelson Dida con il Milan, che arrivò in finale e alzò la Champions League nel maggio del 2003, André Onana è dunque pronto a cancellare i pregiudizi e a volare a Madrid per l'ultimo atto di questa edizione. Al Wanda Metropolitano potrebbe inoltre incrociare il Barcellona: il club che dal 2010 al 2015 gli diede l'opportunità di crescere nella cantera, prima del suo passaggio all'Ajax.

Club catalano che, nelle ultime ore, ha anche pensato a lui per il ruolo di vice ter Stegen. Con Cillesen che lascerà la Spagna, in casa Barça è già cominciato il casting per il portiere di riserva. Come evidenziato da "Marca", oltre a Sommer del Borussia Monchengladbach e Pau Lopez del Betis, sulla lista degli operatori di mercato blaugrana ci sarebbe infatti anche il nome del giovane estremo difensore dei Lancieri.