Josè Mourinho fa l’oracolo della Champions: per lui la finale sarà tra Juventus e Barcellona
in foto: Josè Mourinho fa l’oracolo della Champions: per lui la finale sarà tra Juventus e Barcellona

Sarà ancora una volta Cristiano Ronaldo contro Messi. Sarà Juventus contro Barcellona. José Mourinho è convinto che bianconeri e blaugrana si sfideranno nella finale di Champions in programma il 1° giugno al Wanda Metropolitano di Madrid. Quattro anni dopo il match di Berlino – vinto dai catalani 3-1 – la ‘vecchia signora' avrà la possibilità di giocarsi la rivincita ma, questa volta, con un asso nella manica… CR7, che di trofei ai tempi dei blancos ne ha messi in bacheca cinque e negli ultimi anni è stato il dominatore assoluto della Coppa.

  • E' il suo regno, il suo palcoscenico preferito, non ha bisogno di copione perché recita a braccio: basta guardarlo in viso all'ingresso in campo, concentrato e astratto da tutto ciò che accade intorno; è un cobra pronto a mordere, il leopardo che scatta e azzanna la preda; è il campione che non deve chiedere mai.

Una sfida tra giganti. Da un lato il cinque volte Pallone d'Oro portoghese dall'altro il suo omologo in questo tempo del ‘vecchio continente' che ha conosciuto due divinità del pallone in terra. Il dieci argentino, fortissimo in Catalogna non altrettanto fortunato in nazionale, è l'alter ego di Ronaldo, il rovescio della medaglia, il ‘lato b' della forza, la meraviglia dei colpi di classe, il genio che è anche ‘chimica' dei muscoli, la capacità di sbalordire l'avversario a tal punto da disarmarlo. Secondo Mou saranno loro i protagonisti di questo duello che si ripeterà in Spagna, sulla riva opposta del Manzanarre.

Tutti parlano di Ronaldo e Messi, ma io preferisco parlare di Juventus e Barcellona – dice José Mourinho nell'intervista a France Press – che ritengo due grandi squadre candidate alla vittoria di questa Champions. Ci sono anche le inglesi, l’Ajax e il Porto ma Juventus e Barcellona hanno esperienza, talento e un giocatore speciale a testa.