Con l'approdo ai quarti di finale di Champions League, tutte le squadre qualificate dovranno tenere in dovuta considerazione anche lo stato dei cartellini dei propri giocatori. Il regolamento della competizione parla chiaro: l‘"azzeramento" delle ammonizioni avverrà solamente dopo la conclusione dei quarti, in vista di semifinali e finale. Ciò significa che – al di là di espulsioni dirette che prevedono l'automatico turno di stop – chi è diffidato rischia grosso.

Juventus, Matuidi e Bernardeschi diffidati

In casa Juventus non ci sono particolari apprensioni perché la diffida riguarda solamente due giocatori, Bernardeschi e Matuidi, ammoniti sia a Madrid che a Torino e che in caso di terzo ‘giallo' salterebbero la partita di ritorno dei quarti.

Ajax e Porto, le squadre a rischio ‘squalifica'

Una situazione migliore rispetto ad alcuni avversari come l'Ajax che annovera 5 giocatori, Blind, De Ligt, Tagliafico, Van de Beek, Ziyech più uno squalificato: Mazraoui. Anche per il Manchester United i ‘diffidati' sono di più: Herrera, Matic, Valencia, Young. Tre come per il Tottenham (Alderweireld, Lamela, Son) e per il Porto (Danilo Pereira, Militao, Otavio) che però avrà anche due squalificati: Herrera e Pepe. Delicata anche la situazione per il Manchester City che ha un solo diffidato ma di gran peso specifico, Aguero.

Quando si azzerano i cartellini

Il conteggio dei cartellini gialli e gli eventuali diffidati vengono azzerati soltanto in due momenti della competizione: il primo è al termine dei playoff, in vista della fase a gironi, il secondo è al termine dei quarti di finale, in vista delle semifinali. Il conteggio dei cartellini gialli non è azzerato al termine della fase a gironi, quindi in occasione degli ottavi e dei quarti di finale contano tutte le ammonizioni comminate precedentemente nell'arco del torneo.

Come si conteggiano le sanzioni

Dalla fase a gironi in poi, un calciatore entra in diffida al secondo cartellino giallo e viene squalificato al terzo. Dopo i primi tre cartellini gialli, diffida e conseguente squalifica scatteranno automaticamente ad ogni ammonizione successiva (diffida alla quarta, squalifica alla quinta, diffida alla sesta, squalifica alla settima e così via). Vanno conteggiate anche le eventuali sanzioni rimediate in Europa League da giocatori che hanno cambiato maglia a gennaio e sono attualmente in lista UEFA per la Champions League.