Il destino di Gonzalo Higuain si deciderà nelle prossime ore. Dopo giorni di critiche e dichiarazioni, subito dopo la finale di Supercoppa di Gedda, l'argentino sarà costretto ad uscire allo scoperto e a chiedere la cessione. Le ultime notizie di mercato del Milan, parlano infatti di un giocatore ormai convinto di lasciare Milano dopo il presunto "tradimento" della società che, secondo l'entourage del Pipita, non avrebbe rispettato i patti presi in estate in merito al suo successivo riscatto dalla Juventus.

Durante la clamorosa trattativa che portò l'attaccante a Milanello, la dirigenza avrebbe infatti assicurato Higuain e il fratello Nicolas che il diritto di riscatto era stato scelto per ragioni di Fair Play Finanziario e di bilancio, ma che in realtà nascondeva una volontà ben precisa del club milanese di riscattare il giocatore alla fine di questa stagione. Una volontà confermata anche dall'investimento di 18 milioni di euro per il prestito.

Il cartellino rosso e le parole di Leonardo

A distanza di mesi, le cose sarebbero però profondamente cambiate. Fino alla partita di San Siro e alla sua espulsione, Higuain ha avuto un atteggiamento positivo e un ruolino di marcia tutto sommato in linea con le aspettative. Da quel cartellino rosso e dalle successive dichiarazioni di Leonardo, che ha vincolato la sua conferma al piazzamento in Champions League, l'ex bomber del Napoli si è invece spento finendo per diventare un corpo estraneo all'interno della squadra.

Quella di Gedda contro la Juventus, e la successiva trasferta a Genova contro il Grifone di Prandelli, potrebbero così essere le ultime partite con la maglia del Milan di Gonzalo Higuain. Nonostante tutto, subito dopo l'arrivo in Arabia Saudita, Gattuso ha però dichiarato di crederci ancora: "In questo momento bisogna farlo sentire importante e coccolarlo. Se riesce a buttarla dentro, potrebbero cambiare tante cose".