Oltre ai colpi dai nomi altisonanti come quelli di Jovic e Hazard, il Real Madrid piazza un acquisto sottotraccia che proviene direttamente dall'estremo oriente. Il Tokyo Fc ha infatti accettato l'offerta delle Merengues per portare a Madrid Takefusa Kubo, giovane talento nipponico che aveva suscitato l'interesse di altre big europee tra cui Barcellona e Paris Saint Germain. Il club ha dato l'ok al trasferimento a fronte del pagamento di una somma intorno ai 2 milioni di euro: è tutto fatto, e il giovane Kubo si prepara a sbarcare in Europa.

Un tweet dell'account ufficiale del Real Madrid ha ufficializzato la notizia, specificando che il giocatore andrà a rafforzare la Castilla, la selezione giovanile dei blancos. Le Merengues hanno anche allegato un video con le migliori giocate del giapponese, sul quale cresce la curiosità dei tifosi.

Chi è Takefusa Kubo, ‘il Messi giapponese'

Per Kubo si tratterebbe però di un ritorno nel Vecchio Continente. Trequartista, 18 anni lo scorso 4 giugno, alto 1.73, si è guadagnato l'appellativo di "Messi giapponese" per la somiglianza fisica con la Pulce, oltre al ruolo ricoperto e al modo di giocare, col pallone incollato al piede. La sua prima avventura col calcio europeo arriva per lui all'età di 9 anni, quando nel gennaio del 2011 si trasferisce al Barcellona dalle giovanili del Kawsaki Frontale. Alcune irregolarità nella trattativa costarono ai blaugrana il blocco del mercato da parte della Fifa, e Kubo fu rispedito in Giappone. Da lì, il giovane ha cominciato la trafila nelle giovanili del Tokyo e ad agosto è stato ,andato per 6 mesi in prestito allo Yokohama F. Marinos per il corrispettivo di 300mila euro.

La carriera di Takefusa Kubo (fonte: transfermarkt)
in foto: La carriera di Takefusa Kubo (fonte: transfermarkt)

L'esordio con la Nazionale maggiore

Il Giappone ha affrontato una serie di amichevoli di preparazione in vista della Copa America, che inizierà questa sera. L'ultima, quella contro El Salvador dello scorso 9 giugno, ha visto l'esordio del giovane Kubo, subentrato al 67′ sul risultato di 2-0 per gli asiatici. Il talentino ha ben impressionato ed è nell'elenco dei convocati per la spedizione in Brasile: chissà se riuscirà a ritagliarsi il suo spazio e dimostrare al Real Madrid di valere la camiseta blanca.