Con Stefano Sensi che sembra destinato a seguire Kevin Prince Boateng al Barcellona, il Milan potrebbe virare con decisione su Sandro Tonali: l'altro enfant prodige del centrocampo italiano. Seguito anche da Juventus (in pole position) e da Inter, il giovane giocatore del Brescia ha però confermato la sua ambizione di vestire la maglia rossonera: "Ho sempre tifato Milan e mi ispiro a Gattuso per la cattiveria che metteva in campo, dava sempre il 110%. Mi piacerebbe essere allenato da lui un giorno".

Presente anche lui alla presentazione milanese del 15° Torneo Amici dei Bambini, che si è svolta nel capoluogo lombardo nelle ultime ore, Tonali ha anche aggiunto che in questo momento sta pensando solo alla sua attuale squadra: "Per ora devo avere in testa solo il Brescia e pensare al campionato. Può essere veloce passare dagli Allievi Nazionali e poi due anni dopo sentire le voci su Inter e Milan, ma per me non è una difficoltà, sto gestendo il momento. Nell'immediato spero di andare in Serie A col Brescia".

La valutazione di Tonali

Giocatore importante per la squadra allenata da Eugenio Corini, attualmente seconda in Serie B a due punti dalla capolista Palermo, e accompagnato dal pesante paragone con Andrea Pirlo, Sandro Tonali ha anche parlato della sua collocazione in campo: "Mi trovo bene a svolgere tutti e 3 i ruoli del centrocampo, ho fatto il play per tutta la passata stagione ma anche da mezzala e trequartista non ho difficoltà. C'è da lavorare di più su questi ultimi due ruoli ma me la cavo".

Alla sua tranquillità c'è poi da aggiungere quella del presidente delle Rondinelle: Massimo Cellino. L'ex patron del Cagliari è infatti intenzionato a tener duro, a respingere le eventuali voci di mercato e anche a trattenere il suo gioiellino in caso di promozione in Serie A. Per convincere il patron del Brescia, serviranno inoltre molti soldi: la valutazione di Tonali s'aggira ormai tra i 25 e i 30 milioni di euro.