Sandro Tonali è uno dei prospetti italiani più interessanti per il futuro prossimo del calcio azzurro. Il centrocampista è un atleta del Brescia ed è stato convocato da Roberto Mancini per le ultime uscite della Nazionale e nei prossimi mesi si scatenerà un'asta tra le big del campionato per portarsi a casa il suo cartellino. Questo classe 2000 è un pupillo di Massimo Cellino, presidente del club lombardo, e su di lui ci sono Juventus, Napoli, Inter ma il Milan potrebbe avere il gradimento del giocatore, almeno a sentire la madre a Radio Kiss Kiss: "Da piccolo ammirava Gennaro Gattuso, in futuro credo preferirebbe restare in Italia".

Mariarosaria Crivellari ha confermato la passione del figlio per l'attuale allenatore rossonero e ha aggiunto qualche dettaglio: "Era un calciatore a cui è rimasto molto legato sin da piccolo. Ricordo che lo ammirava a tal punto che quando lo guardava in tv restava come incantato". A parità di condizioni economiche, Sandro Tonali preferirebbe la Serie A ("Ci ha fatto capire di voler rimanere in Italia") e in merito alla maglia azzurra ha affermato: "Credo che Sandro sia stato davvero molto orgoglioso di essere stato il primo 2000 a vestire la maglia della Nazionale".

Tonali miglior giovane della Serie B

Nella serata di lunedi, a Milano, si è tenuto il Gran Galà del calcio organizzato dall’AIC (Associazione Italiana Calciatori) e il giovane centrocampista del Brescia, assente causa febbre, è stato premiato come miglior giovane del campionato di Serie B, battendo la concorrenza di Varnier del Cittadella e La Gumina. Intanto Sandro Tonali è risultato vincitore del contest Red Bull B-Best ed è stato premiato come Genio della quattordicesima giornata di Serie B. Il centrocampista ha consentito a Torregrossa di sbloccare la partita contro il Livorno con un assist al bacio direttamente da calcio piazzato: 18enne ha già segnato un gol quest’anno e sta dimostrando di essere uno dei migliori talenti del campionato cadetto.