Dopo giornate di riunioni e contatti telefonici, il Flamengo ha deciso di interrompere la trattativa che avrebbe dovuto portare Mario Balotelli a Rio de Janeiro. Il club rossonero lo ha comunicato con una nota ufficiale pubblicata sul sito e rilanciata dai vari canali social della società brasiliana: "Il Flamengo, l'atleta Mario Balotelli e i loro rappresentanti, hanno deciso di comune accordo, e dopo due giorni di cordiali incontri a Monaco, di chiudere in questa data (15/8) le trattative per il possibile ingaggio dell'atleta".

Nonostante l'euforia dei tifosi del club carioca, e l'iniziale apertura di ‘Super Mario‘ (dovuta anche all'offerta per un ingaggio anche per il fratello Enock), la dirigenza ‘rubro-negro' ha dunque deciso di mettere da parte la suggestiva idea di portare Balotelli in Brasile e di farne il primo giocatore italiano a vestire la mitica maglia del Flamengo.

Balotelli vuole il Brescia

L'annuncio giunto poche ore fa da Rio de Janeiro, arrivato a margine dell'ultimo incontro monegasco tra i dirigenti e Mino Raiola, fa dunque aumentare la possibilità di vedere l'ex attaccante della Nazionale italiana vestire la maglia della squadra della sua città: il Brescia. Nelle prossime ore dovrebbero quindi arrivare conferme anche dal club di Massimo Cellino: presidente che ha già convinto l'attaccante con una buona offerta economica.

Secondo indiscrezioni, il Brescia dovrebbe aver messo sul tavolo un contratto triennale per Balotelli, con un ingaggio da poco più di un milione di euro più bonus, per un totale di circa tre milioni netti a stagione. Se arriverà a breve la fumata bianca (come è molto probabile), Balotelli potrebbe già da martedì prossimo iniziare ad allenarsi sotto la guida tecnica di Eugenio Corini e con i suoi nuovi compagni.