Persa l'occasione di mettere le mani su Alphonse Areola, portiere francese che si sarebbe potuto liberare a parametro zero il prossimo giugno ma che ha recentemente rinnovato con il Paris Saint-Germain fino al 2023, l'Inter ha già individuato il nuovo possibile erede di Samir Handanovic. Le ultime notizie relative al mercato nerazzurro, riportano infatti la voce dell'interessamento per Gabriel Brazao: portiere classe 2000 del Cruzeiro.

L'obiettivo di Marotta e Ausilio, è quello di prendere il giocatore a gennaio e lasciarlo in prestito in Brasile o in un'altra società europea per i prossimi sei mesi, per poi portarlo a Milano a giugno per farlo crescere sotto l'ala protettrice di Handanovic. A rendere ancor più appetibile il suo acquisto, è inoltre lo status di comunitario che Brazao otterrà nei primi sei mesi del 2019 grazie al passaporto portoghese.

Il curriculum di Brazao

Numero uno di sicuro avvenire, Brazao si è messo in mostra nel campionato brasiliano con la maglia del Cruzeiro B e soprattutto nel Mondiale Under 17 disputato nel 2017 con la Nazionale verdeoro, con la quale ha conquistato la medaglia di bronzo e il titolo di miglior portiere della competizione. Già nel giro della Nazionale maggiore, il ragazzo è stato visionato recentemente anche dal Real Madrid, dal PSG, dal Manchester City e dallo stesso Milan di Leonardo, che conosce molto bene il giocatore.

Con Samir Handanovic che viaggia verso le 35 primavere, l'Inter si sta dunque guardando intorno per il prossimo futuro. Oltre a Brazao, il club nerazzurro segue con molta attenzione Alessio Cragno del Cagliari, Simone Scuffet dell'Udinese e Ionut Andrei Radu: ex portiere rumeno della Primavera interista, con una presenza nel maggio 2016 nella squadra allora allenata da Roberto Mancini e ceduto al Genoa in prestito con obbligo di riscatto.