L'Inter sta guardando con curiosità in casa Genoa. Il motivo? Le prestazioni di Ionuț Andrei Radu, il giovane estremo difensore romeno che ben si sta disimpegnando con la maglia della squadra rossoblu. Il tecnico Ballardini nelle ultime due partite in Serie A gli ha concesso fiducia, e il classe 1997 schierato da titolare si è fatto trovare pronto, facendo dunque sorridere anche i nerazzurri che pensano al futuro e alla possibilità di esercitarne il controriscatto per farne l'erede di Handanovic.

Chi è Ionut Andrei Radu portiere dell'Inter in prestito al Genoa

Ionut Andrei Radu è cresciuto calcisticamente a Bucarest prima di trasferirsi in Italia nel 2013 alla Pergolettese. Dopo pochi mesi però ecco il trasferimento all'Inter e i primi successi: Campionato e Supercoppa con gli Allievi, e poi Torneo di Viareggio e Coppa Italia con la Primavera tra 2015 e 2016. Il 14 maggio 2016 ecco la soddisfazione dell'esordio in Serie A con Mancini che lo schiera tra i pali nella prima squadra nella trasferta a Reggio Emilia contro il Sassuolo nell'ultima giornata, facendolo entrare al 72′ al posto di Juan Pablo Carrizo. Nella stagione successiva purtroppo Radu deve fare i conti con un fastidioso infortunio alla spalla che ne impedisce l'exploit. Nell'estate 2017 il prestito all'Avellino e dopo il ritorno alla base dello scorso giugno ecco la cessione in prestito con obbligo di riscatto al Genoa (c'è l'opzione del controriscatto).

Ionut Radu (foto Transfertmarkt)
in foto: Ionut Radu (foto Transfertmarkt)

Ionut Radu titolare nel Genoa di Ballardini

Doti da predestinato per il ragazzo classe 1997 che il tecnico rossoblu Ballardini ha deciso di schierare titolare nelle ultime due partite di Serie A. Dopo 4 partite in panchina, con Federico Marchetti a difendere i pali rossoblu, ecco la grande chance contro il Chievo per l'estremo difensore della nazionale romena under 21. Prestazione convincente, e scelta confermata anche contro il Frosinone per Radu che ha aiutato i liguri a conquistare 6 punti pesanti

L'Inter pensa a Ionut Radu come successore di Samir Handanovic

Non può dunque che sorridere l'Inter che nella scorsa estate ha ceduto in prestito con obbligo di riscatto fissato a 9 milioni Radu al Genoa. Nell'operazione però presente anche la possibilità di piazzare il controriscatto su cifre ovviamente superiori, e che in caso di ulteriori exploit del giovane portiere potrebbero aumentare in maniera notevole. Al momento i nerazzurri possono contare su Samir Handanovic, ma i 34 anni dello sloveno spingono il club a pensare anche al futuro. Ecco allora che la soluzione "interna" Radu potrebbe essere quella ottimale. D'Altronde in una recente intervista a DigiSport, il giovane portiere ha dichiarato: "All’Inter mi sono sempre sentito a casa e il mio sogno è quello di tornare, anche se non mi dispiacerebbe giocare in Premier League.