C'è grande fermento tra i vertici delle varie leghe intorno alla possibilità che venga costituita la Super Champions tanto voluta da alcuni dirigenti ECA e Uefa. Dopo le parole di Luigi De Siervo, amministratore delegato della Serie A, contro il nuovo torneo europeo è arrivata anche la decisione ufficiale e unanime dell'assemblea dei 36 club di prima e seconda divisione (Bundesliga e Bundesliga 2) tedeschi: le società si sono riunite a Offenbach per discutere della riforma delle coppe europee dal 2024 e in un comunicato hanno messo in risalto che "il piano dell’ECA, l’associazione dei club europei, avrebbe conseguenze inaccettabili per i campionati nazionali in Europa e non può essere applicato in questa forma". Il direttore generale della Lega tedesca, Christian Seifert, ha  sottolineato i punti su cui non si possono compiere modifiche:

Il numero di partite e, soprattutto, l'accesso alle competizioni internazionali. Le modifiche non possono mettere a rischio l'importanza e il futuro dei campionati europei, ne risentirebbe tutto il calcio e questo non potrà mai essere nell'interesse della Uefa.

Che cos'è la Super Champions?

Il nuovo progetto continentale è stato approvato dal presidente UEFA Ceferin e da Agnelli (presidente ECA). Inizierà col 2021 quando verrà varata una terza coppa per i club di fascia medio-bassa. Nel 2024, al via la Super Champions, da giocare nel weekend e con i campionati durante la settimana. Il progetto introdurrebbe un sistema di tipo Serie A, B e C nelle coppe europee e si tratterebbe di un cambiamento che permetterebbe ad un gruppo di club di essere "confermati" per la stagione successiva, in tutto 24, riducendo così le squadre in arrivo dai campionati.