L'arrivo di Sinisa Mihajlovic sulla panchina del Bologna, ha portato una buona dose di cattiveria agonistica: utile per cercare di evitare quella che sarebbe per gli emiliani una dolorosa retrocessione. La conferma della grinta trasmessa alla squadra dal tecnico serbo, è arrivata anche nell'ultima partita di campionato contro la Juventus: sfida terminata con una sconfitta, nonostante il grande impegno messo in campo dalla formazione felsinea.

La fotografia del coraggio rossoblu l'ha scattata Ibrahima Mbaye. Il terzino senegalese del Bologna, nel match con la Juventus, ha infatti ingaggiato una battaglia fisica al limite del consentito con Mario Mandzukic. Una lotta durata tutta la partita, che ha avuto il suo momento più importante in un corpo a corpo nel quale Mbaye è volato per aria, finendo per diventare il protagonista del video virale girato sui vari social network.

Il saggio consiglio di Sinisa Mihajlovic

A tornare sullo scontro fisico tra il suo giocatore e Mario Mandzukic, è stato nelle ultime ore Sinisa Mihajlovic. Il tecnico del Bologna, a margine della partita del Dall'Ara, ha infatti rivelato le quelle che erano le intenzioni del suo giocatore: "A fine partita Mbaye era nervoso e voleva aspettare Mandzukic per affrontarlo – ha spiegato Mihajlovic in conferenza stampa – ma conoscendo Mandzukic gli ho consigliato di non farlo e alla fine l’ho portato via".

"Ho parlato anche con Mandzukic per capire cosa fosse successo e mi ha detto che Mbaye si era un po' preso con lui ma che non era successo niente di grave – ha concluso il mister bologneseIbrahima voleva aspettare Mandzukic per dargliene due, solo che io conosco bene Mario e anche i croati, quindi gli ho detto di lasciare stare. Tra l’altro Mario è uno che ama questo genere di situazioni".