La Juve non brilla, ma vince anche in casa del Bologna. Ronaldo in ombra, Dybala entra e segna. Un gol dell’argentino decide la sfida del Dall’Ara. Il Genoa non va oltre lo 0-0 con il Chievo, Prandelli allunga la sua serie utile. 1-1 tra Sassuolo e Spal, un punto eccellente per la squadra di Semplici che allunga sul Bologna.

Bologna-Juventus 0-1

Allegri sceglie il 4-4-2, senza Pjanic e Dybala, Mihajlovic prova a giocarsela come ha fatto l’Atletico, pressione enorme e tante ripartenze. Verso la porta di Perin, con un new look, piovono ben 9 conclusioni nel primo tempo, nessuna però realmente pericolosa. La Juve invece ci prova solo con Bernardeschi, autore di una bella azione personale chiusa con un tiro che finisce di poco sulla traversa.

A inizio ripresa il Bologna ha una grande chance, Mbaye a porta vuota batte con il destro, provvidenziale l’intervento di Alex Sandro. Allegri manda in campo Dybala e l’argentino ripaga la fiducia del tecnico. La Joya sfrutta un errore grossolano di Helander e da buona posizione insacca, 1-0. Il Bologna ha poca birra in corpo, la Juve bada a difendersi, lo fa anche con Chiellini, e con una difesa a cinque chiude la partita. Sansone al 90’ colpisce un palo, la Juve vince 1-0.

Chievo-Genoa 0-0

Il Chievo è con un piede e mezzo in Serie B, ma ha lo spirito del suo allenatore e crede nell’impossibile. Il Genoa che forse pensava di avere vita un po’ più semplice fa enorme fatica, nel primo tempo i Grifoni si vedono pochissimo, Criscito cerca di ottenere un rigore, Sanabria latita, il Chievo non riesce a imbeccare le punte, ma ci prova su punizione con Kiyine, che nella ripresa fa tremare Radu. Prandelli con i cambi prova a mescolare le carte, il gol non arriva, la partita si chiude senza gol.

 

Sassuolo-Spal 1-1

De Zerbi lancia il turco Merih Demirel e in avanti schiera Matri e Boga con Djuricic. La partita con ha il copione previsto, il Sassuolo cerca maggiormente il gol, la Spal bada a difendersi, al 43’ i neroverdi trovano il vantaggio con Peluso che sfrutta un bel cross di Sensi e con una bella girata al volo batte Viviano. La Spal ha carattere da vendere, non molla mai, e nel secondo tempo trova il pareggio con Petagna, che trasforma un rigore assegnato con il Var.

 

Sampdoria-Cagliari 1-0

Poco spettacolo a Marassi dove i blucerchiati hanno vinto di misura con il Cagliari, l’incontro è stato deciso da un calcio di rigore di Quagliarella, al 17° centro stagionale. La Sampdoria si riunisce al trenino dell’Europa League, per il Cagliari è l’ennesima battuta d’arresto fuori casa. Unica nota lieta gli esordi dei ’99 Doratiotto e Verde.

 

Milan-Empoli 3-0

Travolgente la squadra di Gattuso che nella ripresa, del primo anticipo della 25a giornata, ha mandato al tappeto l’Empoli di Iachini, sconfitto 3-0. Piatek al 49’ spacca in due la partita, due minuti dopo c’è gloria per Kessié, Castillejo realizza il tris. Il Milan resta in zona Champions e allunga la sua serie utile.

 

Torino-Atalanta 2-0

Ha blindato la sua porta il Torino che per la quinta volta consecutiva non subisce gol, batte 2-0 l’Atalanta e si mette in piena corsa per l’Europa League. La squadra di Mazzarri ha segnato a cavallo dei due tempi con Izzo e Iago. I granata hanno 38 punti come l’Atalanta e la Lazio, che ha una partita in meno.

 

Frosinone-Roma 2-3

Rocambolesco successo della squadra giallorossa che al 95’ piega la resistenza dei ciociari. La partita è stata bella, Ciano sfrutta un errore di Olsen e segna dopo cinque minuti, Dzeko e Pellegrini ribaltano il risultato in meno di due minuti. Nella ripresa dopo l’infortunio di Manolas, la Roma sbanda e il Frosinone pareggia con Pinamonti, sembra il gol del definitivo pareggio, ma il bomber bosniaco regala tre punti d’oro alla Roma che resta a un punto dal Milan.