Un martedì di Champions decisivo e a dir poco emozionante. Per quanto riguarda le gare giocate questa sera, partivano già con la certezza di un posto agli ottavi di finale diverse squadre: Psg, Bayern Monaco, Chelsea e Barcellona che fanno compagnia a Real Madrid, Manchester City, Besiktas e Tottenham che saranno impegnate domani nell’ultimo turno della fase a gironi. A completare il quadro delle squadre che hanno avuto accesso agli ottavi, questa sera ha potuto staccare il pass la Juventus che ad Atene contro l’Olympiacos è riuscita a vincere con il punteggio di 2-0 grazie ai gol di Cuadrado e Bernardeschi. Sorride anche l’altra italiana impegnata questa sera a giocarsi il passaggio del turno, ovvero la Roma che all’Olimpico ha battuto 1-0 il Qarabag grazie alla rete di Perotti.

Spettacolare, come l’andata, anche Chelsea-Atletico Madrid che nell’incandescente 1-1 maturato allo ‘Stamford Bridge’ di Londra ha visto però i Blues approdare come agli ottavi come seconda. Era solo questione di posizioni invece all’Allianz Arena fra Bayern Monaco e Psg, già qualificate, ma a caccia della conquista del primo posto. In Germania vince però il Bayern 3-1 contro un Psg pessimo. Sorride anche il Celtic che accede almeno in Europa League, mentre nel girone A. Accede al traguardo ottavi anche il Manchester United di Mourinho. Da sogno il passaggio agli ottavi anche del Basilea. Ma andiamo a vedere con calma quali sono stati i promossi, bocciati e rimandati di questo martedì di Champions.

I Promossi del martedì di Champions

La Roma di ‘DiFra’ ha sorpreso tutti

Promossa non soltanto per il successo ottenuto questa sera all’Olimpico contro il Qarabag ma per l’impresa di superare un girone complicato come questo. Già, perchè nell’1-0 maturato a Roma, la gara contro gli azeri ha messo in mostra ancora una volta le qualità di questa squadra. Oltre al gol di Perotti, i giallorossi visti questa sera hanno confermato ancora una volta quella capacità di affrontare ogni gara come se fosse sempre quella decisiva.

Questa sera la posta in palio era alta, ma Di Francesco non ha mai pensato di poter perdere un match point così importante. Un gioco corale, sempre improntato al gioco dei tre attaccanti, con Edin Dzeko ancora una volta protagonista nelle manovre offensive, bravo a smarcare sempre i movimenti verso la porta avversaria di El Shaarawy e Perotti. Adesso la sfida degli ottavi di finale, ma dopo aver superato un girone con Chelsea e Atletico Madrid, questa Roma pare proprio che possa ambire a qualcosa di importante quest’anno.

Mourinho fa la voce grossa in Champions

Avrebbe dovuto perdere con 7 gol di scarto e vedere il Basilea trionfare contro il Benfica, solo così Josè Mourinho avrebbe potuto salutare clamorosamente la Champions e tuffarsi nuovamente in Europa League. Un qualcosa che sarebbe potuta accadere solo nei peggiori incubi, infatti il Manchester United, dopo il successo contro l’Arsenal in Premier, è riuscito a vincere ed accedere agli ottavi nel decisivo match dell’Old Trafford contro il Cska Mosca.

http://www.dailymotion.com/video/x6b4dij

Lukaku e compagni hanno vinto con il punteggio di 2-1 grazie ai gol dello stesso attaccante belga e di Rashford mandando in Europa League i russi che erano anche passati in vantaggio con Dzagoev. La forza e la determinazione trasmessa dal tecnico portoghese comincia a dare i suoi frutti e dopo il successo dello scorso anno in Europa League, lo ‘Special One’ pare voglia recitare la parte della sorpresa assoluta di questa edizione 2017/2018 della Champions.

La favola Basilea continua

Di certo contro un Benfica che quest’anno si è presentato in Champions terminando il girone B con zero punti, non ci si poteva aspettare un esito diverso. Già, perchè la favola Basilea continua. Ma ormai, possiamo anche non chiamarla più favola. Il successo per 2-0 grazie ai gol di Elyounoussi e Oberlin con cui ha battuto i portoghesi e il conseguente successo dello United contro il Cska Mosca, ha consentito agli uomini di Wicky di accedere agli ottavi come seconda. Poca fatica per battere questo Benfica che già all’andata fu malmenato a suon di gol dagli elvetici che si imposero con il punteggio di 5-0.

Questa sera ancora una volta un gioco caratterizzato da questo ritmo fulmineo nelle azioni d’attacco e dai continui capovolgimenti di fronte, ha permesso al Basilea di volare al sogno ottavi. Dopo aver battuto lo United nell’ultimo turno, era davvero impronosticabile uno scivolone in Portogallo. Un sogno che parla anche un po’ italiano dato che fra le fila degli svizzeri troviamo Raoul Petretta, il terzino sinistro campano che servì anche l’assist vincente a Lang nel successo contro i ‘Red Devils’ nel penultimo turno.

La Juventus non fallisce gli appuntamenti importanti

Dopo il successo in campionato contro il Napoli, la Juventus ha servito il bis anche in Champions League. Il successo di Atene per 2-0 grazie ai gol di Cuadrado e Bernardeschi contro l’Olympiacos è la chiara dimostrazione che questa squadra stia crescendo sempre più e abbia trovato finalmente i suoi equilibri dopo un inizio di stagione piuttosto altalenante. Alex Sandro ha servito l’assist e il colombiano ha infilato in rete per il primo gol della serata di marca bianconera.

Da lì in poi la squadra di Allegri ha gestito al meglio tutta la partita con una qualificazione agli ottavi che sarebbe potuta sfumare solo per un ‘suicidio sportivo’ dei campioni d’Italia. Continua a convincere anche Benatia a cui Allegri ha affidato le chiavi della difesa a 4. Tra i bianconeri ottima anche la prestazione di Matudi, sempre più uomo in più di questa squadra ma anche di Bernardeschi che, una volta entrato in campo nella seconda frazione, ha realizzato il gol del definitivo 2-0 per il suo primo gol assoluto in carriera in Champions League.

http://www.dailymotion.com/video/x6b4enc

Adesso la Juventus, passata come seconda alle spalle del Barcellona, dovrà solo sperare di non incappare in un’urna maligna.

Una Champions da bocciare per Simeone

Atletico sorpresa negativa nonostante il pareggio

Non ce ne voglia il ‘Cholo’ Simeone di cui nutriamo grande stima, ma l’Atletico Madrid forte e senza paura, che doveva presentarsi a Londra contro il Chelsea per la storia, ha vinto/pareggiato questa partita grazie al gol di Saul Niguez e al successivo 1-1 definitivo dei ‘Blues’ ad opera di un autogol di Savic su tiro di Hazard, che ha di fatto eliminato e retrocesso in Europa League i ‘Colchoneros’ per colpe solo sue.

Le formazioni iniziali fra Chelsea e Atletico Madrid (SofaScore)
in foto: Le formazioni iniziali fra Chelsea e Atletico Madrid (SofaScore)

Di certo, la squadra di Simeone, nel pari maturato questa sera allo ‘Stamford Bridge’, ha dimostrato di essere una squadra molto organizzata ma a tratti poco incisiva sotto porta. Ma la vera mazzata, come dicevamo, l’ha avuta nei due pareggi contro il Qarabag che hanno permesso a Roma e Chelsea di prendere largo e accedere a questi ottavi di finale che sulla carta sembravano essere difficili da raggiungere ma non così impossibili da conquistare.

Il Psg cade con tante colpe in Baviera

Il Bayern Monaco doveva vincere con 4 gol di scarto contro il Psg per agguantare il primo posto nel girone B. Il match è terminato con il punteggio di 3-1 in favore dei tedeschi. E l’inizio del primo tempo, ha fatto subito capire che i bavaresi avrebbero potuto fare loro la partita. Prima il vantaggio di Lewandowski, poi il raddoppio di Tolisso e nella ripresa i parigini riescono a rendere meno amara la sconfitta con l’ennesimo gol di Mbappè, molto bello, ma che non evita la sconfitta.

Psg irriconoscibile e che si era presentato all’Allianz Arena con il tridente di fuoco formato da Neymar, Cavani e Mbappè. Ma le rimonte sembra proprio che i parigini non riescano ad evitarle.

http://www.dailymotion.com/video/x6b4a7i

Già, perchè in Germania sarà sicuramente venuto in mente a Verratti e compagni quella serata dello scorso anno a Barcellona che rimontò ai ragazzi di Emery ben 5 gol. Anche questa sera, i francesi sono sembrati quasi assenti e con i tedeschi che hanno dominato in lungo e in largo senza lasciare spazio ai tre d’attacco con un Ribery prezioso, in formato monstre, che aiutava i suoi compagni anche in fase difensiva. Nella ripresa c’è spazio anche per la doppietta di Tolisso.

I Rimandati

Il Cska Mosca fuori a testa alta

No, non riusciamo neanche minimamente a bocciare una squadra che è riuscita a giocarsela su un capo ostico come l’Old Trafford contro il Manchester United. Già, perchè il Cska Mosca visto nella sfida contro i ragazzi di Mourinho, è sembrata subito una squadra ben organizzata, capace di imporre con determinazione e personalità fin da subito un gioco ben studiato e senza prendersi particolari rischi in difesa. La retroguardia russa del tecnico Goncharenko, è sembrata ordinata e coraggiosa nell’andare quasi sempre a raddoppiare le giocate degli rapidi attaccanti dei ‘Red Devils’.

http://www.dailymotion.com/video/x6b4bqn

Per quanto c’abbiano provato infatti, sia Rashford che Lukaku, andati in gol poi nella ripresa, sono stati contenuti al meglio nella prima frazione dal terzetto difensivo russo. L’iniziale vantaggio allo scadere dei 45’ iniziali, è stato realizzato da un tocco di Dzagoev su tiro di Vitinho, è arrivato al termine di un’azione ben costruita e che ha visto impreparata la difesa degli inglesi. Terminare a 9 punti e non superare il turno è una vera beffa. Ma almeno il Cska si potrà accontentare con l’Europa League.

Il gol più bello del martedì

Per qualcuno forse questo gol può sembrare banale e poco spettacolare, ma a guardarlo bene, il gol realizzato da Mbappè contro il Bayer Monaco è una vera chicca. Il giovane talento francese, nella sconfitta del suo Psg in Bavaria è riuscito a realizzare un gol molto bello e preciso grazie soprattutto ad una ‘scucchiaiata’ deliziosa di Cavani che ha servito l’assist vincente per il colpo di testa dell’ex Monaco.

Le qualificate di questa sera

Prima di cominciare questo martedì di Champions, erano già sicure di un posto agli ottavi di finale il Barcellona, il Psg, il Bayer Monaco e il Chelsea più le squadre impegnate domani, ovvero Real Madrid, Tottenham, Besiktas e Manchester City. A queste, da questa sera, si sono aggiunte anche il Manchester United e il Basilea nel girone A, ma anche Roma e Juventus.

Le possibili avversarie di Juventus e Roma gli ottavi

Juventus: i rischi sono tanti

E se per la Juventus sapevamo già che il massimo risultato per l’accesso agli ottavi di finale dei bianconeri sarebbe potuto essere solo come seconda classificata, non ci aspettavamo di certo che la Roma, in un girone con Chelsea e Atletico Madrid, la squadra di Di Francesco potesse qualificarsi come prima nel girone. E allora quali squadre potranno pescare agli ottavi di finale. Al momento, alla Juventus, potrebbe toccare il Manchester United di Mourinho, ma anche il Psg o il Manchester City di Guardiola.

Sicuramente più abbordabile il Besiktas che potrebbe anche essere avversario dei bianconeri. Ma anche una fra Real Madrid e Tottenham e una fra Spartak Mosca, Liverpool e Sivglia dall’equilibratissimo girone E che darà i suoi verdetti domani

Roma agevolata dalla prima posizione

Per la Roma potrebbe essere il Basilea, il Bayern Monaco o lo Shakthar Donetsk se non dovesse superare il turno il Napoli, più una fra Lipsia e Porto, le avversarie dei giallorossi agli ottavi.

Sempre in attesa dell’equilibratissimo girone E, quello di Spartak Mosca, Liverpool e Siviglia, la seconda classificata di queste tre squadre potrebbe essere avversaria della Roma agli ottavi di finale.

I risultati dell'ultima giornata della fase a gironi di Champions

Barcellona-Sporting Lisbona 2-0, Bayern Monaco-Psg 3-1, Benfica-Basilea 0-2, Chelsea-Atletico Madrid 1-1, Celtic-Anderlecht 0-1, Manchester United-Cska Mosca 2-1, Olympiacos-Juventus 0-2, Roma-Qarabag 1-0.

  • Gruppo A: Manchester United 15, Basilea 12 (qualificate agli ottavi), Cska Mosca 9 (retrocessa in Europa League), Benfica 0
  • Gruppo B: Psg 15, Bayern Monaco 15 (qualificate agli ottavi), Celtic 3 (retrocessa in Europa League), Anderlecht 3.
  • Gruppo C: Roma 11, Chelsea 11 (qualificate agli ottavi), Atletico Madrid 7 (retrocessa in Europa League), Qarabag 2.
  • Gruppo D: Barcellona 14, Juventus 11 (qualificate agli ottavi), Sporting 7 (retrocessa in Europa League), Olympiacos 1.