"E' più facile cacciarne l'allenatore che rivoluzionare la squadra". Spesso e volentieri abbiamo ascoltato questa frase quando si parla di possibili esoneri. E invece il Barcellona sembra pronto a smentire i luoghi comuni, confermando Ernesto Valverde, con un vero e proprio dietrofront alla luce delle notizie di inizio settimana, e dando il via ad un vero e proprio restyling sul calciomercato, con numerose cessioni e altrettanti acquisti.

Barcellona, dietrofront per la panchina: Valverde verso la conferma

Il flop in Champions contro il Liverpool e il ko in finale di Copa del Rey contro il Valencia, nonostante la vittoria della Liga, sembravano aver condannato Ernesto Valverde. La stampa spagnola aveva dato per certo l'addio del tecnico, con le pressioni di tifosi e dirigenti nei confronti del presidente Bartomeu per un esonero immediato. E invece, secondo quanto riportato da Sportmediaset, ecco che a sorpresa il numero catalano ha deciso di andare avanti con Valverde, convinto dal colloquio con il tecnico che si è mostrato motivato e intenzionato a provare a vincere tutto con il Barcellona. Il calciomercato, si sa, spesso regala colpo di scena, e dunque un avvicendamento non è da escludere fino in fondo, ma al momento le possibilità che il Barcellona opti per un cambio in panchina (con il ct del Belgio Martinez, Pochettino, Ten Hag, Koeman e Allegri possibili eredi di Valverde) sono ridotte la lumicino

Chi lascerà il Barcellona nella prossima sessione di calciomercato

Con la permanenza del mister, la rivoluzione potrebbe coinvolgere la squadra che nella sessione di mercato estiva sembra destinata ad una vera e propria rivoluzione. I primi sulla lista dei partenti, sono l'ex Sassuolo Kevin Prince Boateng e Jeison Murillo che non verranno mai riscattati dopo un vero e proprio flop nella seconda parte di stagione. Al passo d'addio anche Vermaelen e Pereira in scadenza di contratto. Gli uomini mercato catalani sperano inoltre che André Gomes sia riscattato dall'Everton, e che l'ex Inter Rafinha e Denis Suarez possano ricevere offerte ad un anno dalla scadenza di contratto.

Le trattative in uscita del Barcellona, chi sarà ceduto

Sembra destinato alla cessione Cillessen, che ha già un accordo di massima con il Benfica. I due club lavorano per ridurre la distanza tra domanda e offerta, per un'affare che potrebbe chiudersi per una cifra superiore ai 15 milioni. Sul mercato anche Malcom, soffiato alla Roma nella scorsa estate, e bocciato da Valverde: difficile recuperare i 40 milioni investiti per il suo acquisto. Nella lista dei possibili partenti anche 3 big, a partire da Umtiti, accostato nei mesi scorsi anche alla Juventus, che potrebbe finire in Premier (potrebbero bastare 40 milioni, con i catalani intenzionati a cancellare la clausola da 500 milioni. Anche Coutinho sul piede di partenza dopo la rottura con i tifosi blaugrana, anche se al momento è impensabile pensare a pretendenti pronte ad investire 120 milioni per lui. Attenzione anche alla situazione di Rakitic e Suarez: il primo nonostante la pioggia di critiche ricevute vorrebbe restare, anche se non mancano le offerte (non è un mistero il gradimento dell'Inter), mentre il secondo ha rotto con la tifoseria dopo il caso dell'operazione anticipata che gli ha impedito di giocare la finale di Coppa del Re.

Quali sono i colpi di mercato del Barcellona

Chiuso il capitolo cessioni, il Barcellona deve anche pensare agli acquisti. Dopo l'ufficializzazione del colpo De Jong, i catalani speravano di chiudere anche per il gemello De Ligt. La trattativa però sembra essersi complicata anche in virtù dell'inserimento forte dello United, con la Juventus sempre sullo sfondo. Attenzione anche ad Antoine Griezmann che sembrava un altro affare praticamente fatto per i blaugrana. Sul tavolo del francese in uscita dall'Atletico sono arrivate anche altre proposte. La sua prossima destinazione è tutt'altro che scontata