Ormai fuori dai giochi in Champions League, l'Atletico Madrid di Diego Simeone lotta per l'unico obiettivo stagionale rimasto: il campionato. Seconda in classifica dietro al Barcellona, e staccata di otto punti a otto giornate dalla fine della Liga, la formazione dei Colchoneros è attesa dallo scontro diretto proprio contro i blaugrana al Camp Nou: una partita che il tecnico rischia però di affrontare senza un giocatore fondamentale.

Oltre alle condizioni critiche di Lemar e Diego Costa, che anche nelle scorse ore si sono allenati a parte, anche Alvaro Morata rischia infatti di dover saltare l'appuntamento contro Messi e compagni. Come ha comunicato ufficialmente lo staff medico dell'Atletico Madrid, l'ex attaccante della Juventus ha infatti riportato nel match con il Girona una distorsione tibio-peronea alla caviglia.

I guai di Alvaro Morata

L'infortunio di Morata, che con ogni probabilità lo costringerà a saltare la sfida del Camp Nou, non è che l'ultimo  di una serie infinita di problemi con cui Simeone ha dovuto fare i conti in stagione. Nelle scorse settimane, il tecnico ha infatti dovuto fare a meno di diverse pedine importanti: tra questi anche Savic, Godin, Filipe Luis, Saul Niguez, Vitolo e Gelson Martins.

La speranza del Cholo è quella di un recupero "last minute" di Alvaro Morata. Nei prossimi giorni l'attaccante sarà infatti sottoposto ad altri accertamenti del caso, che serviranno per stabilire l'entità dell'infortunio ed i tempi di recupero. Prima dell'ultimo infortunio di Madrid, Morata aveva avuto anche a Londra diversi problemi fisici, come aveva anche lui confermato nel novembre scorso prima di lasciare il Chelsea per tornare in Spagna: "Nessuno tranne mia moglie, sa quanto è stato difficile recuperare dall'infortunio. Ora finalmente sto bene". Parole che il nuovo problema alla caviglia ha spazzato via come il vento.