Con la pausa per il campionato, l’ultima prima della fine della stagione 2018/19, è tempo di leggere i dati che si vedono meno in questa nostra Serie A al netto di una classifica ben definita. Che vede la Juventus, pur sconfitta a Genova col Genoa, indiscussa regina del campionato, il Napoli a debita distanza, ma sicuro del secondo posto, ed autentica bagarre in zona europea, Champions ed Europa League comprese.

Ma ogni singolo punto guadagnato è frutto del gioco, delle azioni che le squadre riescono a produrre ma anche dei gol e, se vogliamo, delle intese che si innescano in fase offensiva. Alchimie che si fanno strada lungo il tortuoso percorso di una annata ricca di impegni, appuntamenti e pressioni. Ma il tratto comune, è quasi sempre uguale, c’è chi suggerisce, con passaggi filtranti o cross, e chi, implacabile, segna e converte in rete gli sforzi di tutti. Per poi mettere dell’utile fieno in cascina. E così, senza ulteriori indugi, scopriamo insieme i migliori tandem di questo nostro massimo torneo nazionale.

CR7+Mandzukic, è spettacolo Juve. Hateboer-Zapata per l’Europa, sorpresa Empoli

In estate, in molti avevano pronosticato una difficile convivenza fra due talenti che, del gol, fanno una propria missione, ovvero: Cristiano Ronaldo e Mario Mandzukic. Sottovalutando forse, due aspetti: la versatilità dei campioni in questione e la capacità del croato di sacrificarsi per i compagni e per la squadra. Insomma, le previsioni della vigilia sono andate tutte in fumo.

Ed infatti, l’asse croato-portoghese è fra quelli più prolifici del campionato con ben 4 gol confezionati da questi due campionissimi con l’ex Atletico a suggerire e l’ex Real, in una sorta di derby degli ex madrileni, a surclassare gli avversari.

Stesso epilogo per il tandem ZapataHateboer in grado, con i suoi 4 centri, di spingere in alto una Atalanta alla ricerca della terza qualificazione consecutiva in Europa League. Un obiettivo speciale e che, anche grazie a questo magico duo, potrebbe presto divenire realtà. Realtà che spera possa avverarsi anche in Toscana sponda Empoli con i ragazzi, ora di Andreazzoli, a credere in un’impresa chiamata salvezza. Obiettivo stagionale e personale scudetto per una formazione priva di tanti mezzi economici ma con l’occhio lungo e la bravura nel pescare gli elementi giusti. Come, ad esempio, Caputo e Krunic capaci, con la loro maestria nel disegnare calcio, di fare le fortune della compagine azzurra con lo stesso numero di reti collezionate dalle predette coppie, 4.

Mago dell’assist, Callejon su tutti. Suso orfano di Higuain

In seconda posizione in questa speciale graduatoria dei migliori ‘assi’ d’acciaio del campionato, ecco una serie infinita di duetti a quota 3 realizzazioni. Una serie di coppie diverse ma con più fattori di assoluta curiosità. Il primo, proviene dalla bravura a dialogare con i compagni dello spagnolo José Maria Callejon, caparbio, astuto, tatticamente perfetto ed efficace con più attaccanti, vedi i 3 assist regalati sia a Milik che a Mertens, il secondo, la corsia preferenziale creata da Suso e Higuain nei pochi mesi di convivenza fra l’argentino e lo spagnolo.

Poi, altri tandem vincenti con Lazzari assistman privilegiato per Antenucci, Srna ispiratore di Pavoletti, Joaquin Correa facilitatore di Immobile e, per chiudere, diverse altre particolarità: Gerson rifinitore di Chiesa, Lasagna del trequartista De Paul, Quagliarella capocannoniere suggeritore di Defrel e Ilicic spietato killer sotto porta su passaggio chiave di Freuler.