È senza dubbio la partita della serata, l’incontro di cartello, il match clou di questi importantissimi quarti di finale di Europa League. Arsenal contro Napoli, Emery contro Ancelotti ma, soprattutto, due collettivi che, insieme, valgono qualcosa come 1.2 miliardi di euro. Il valore totale più alto delle sfide in calendario che sintetizza, in breve, la portata della qualità delle formazioni pronte a scontrarsi all’Emirates e più tardi al ‘San Paolo’ per una semifinale che vale oro. Se non, mezzo titolo. Qui, c’è un talento superiore, qui, in questo epico confronto, due squadre disposte a darsi battaglia per sopravvivere e lanciare la definitiva scalata al titolo e alla finalissima di Baku. E così, quando mancano ancora poche ore alla supersfida di Londra, nel giorno del D-Day del Napoli, ecco quanto valgono economicamente, secondo il portale Transfermarkt.it, i Gunners, i partenopei ma anche, gli altri sei collettivi di scena in giornata.

Arsenal-Napoli, un big match da 1.2 miliardi di euro

Ruolo per ruolo, stante le assenze che pure non sono di secondo piano, vedi quelle di Albiol, Welbeck o Xhaka, è un confronto davvero stellare, da Champions League, da finale anticipata. I nomi che scenderanno in campo sono altisonanti e le rispettive valutazioni non fanno altro che aggiungere pathos, attesa e hype a questo primo round, a questa gara d'andata.

E andando ad analizzare i valori delle due compagini, che vede un gap risicatissimo fra loro, si comprende come questa qualificazione, alla fine dei giochi, si risolverà sul solco dei dettagli e degli episodi. Lo si capisce da subito. Già dalla disamina, ruolo per ruolo, delle due rose: parità assoluta a quota 27.5 milioni di euro in porta, anche se con due estremi difensori per l'Arsenal e tre per il Napoli. Poi, una serie di reparti che si sopravanzano, anche solo di poco.

Difesa pro Napoli, l’Arsenal insegue

E la forbice, risicata, la si nota già nei rispettivi pacchetti arretrati col Napoli, con nove giocatori a roster e l’Arsenal con dieci interpreti del ruolo a referto, leggermente in vantaggio sui rivali inglesi. Merito di una ottima difesa ma anche di un Koulibaly capace, con la sua quotazione da 70 milioni di euro, di marcare la differenza fra i due club. E sì perché è proprio il senegalese a evidenziare il gap con i britannici nel confronto diretto con l’altro calciatore, nel caso Bellerin, più apprezzato in difesa.

I restanti elementi della rosa di Arsenal e Napoli, sommati, infatti, totalizzano un market value di 109 milioni complessivi con poi KK, valutato 70 milioni, e quindi 30 in più rispetto allo spagnolo, a segnare quei 30 milioni in più a fronte del reparto dei Gunners. Col computo totale che fa 179 milioni a 149.

Centrocampo inglese: 269 a 156…milioni

Sulla mediana, invece, il rapporto di forze si inverte e il Napoli soccombe. E pure di diversi milioni di euro. Ozil (35 milioni di euro), Ramsey (40 mln), Lucas Torreira (55 mln) e Mkhitaryan (30 mln) superano di gran lunga i rispettivi colleghi di reparto del Napoli ponendo fra loro e Allan (60 mln), Zielinski (40 mln), Fabian Ruiz (40 mln) qualcosa come 119 milioni di euro. Un margine importante ma che viene fuori anche dal differente numero di calciatori a referto in quella particolare zona del campo: solo quattro per gli italiani, nove per gli inglesi.

Il Napoli ribalta il fronte davanti: azzurri meglio dei Gunners in attacco

Davanti torna ad essere sfida più equilibrata e complessa. Le risorse a disposizione sono tante, e pure molto forti e competitive. Risorse che possono cambiare il match da un momento all'altro e che, di conseguenza, con una storia importante alle spalle, valgono tanto. Parliamo di Lacazette (65 mln), Aubameyang (75 mln), Milik (35 mln), Insigne (75 mln) o Mertens (30 mln) capaci, insieme, di totalizzare una quotazione di quasi 400 milioni di euro. Quasi la metà dell'intero Chelsea, dieci volte circa lo Slavia Praga. Eppure, a trionfare, nello specifico duello fra comparti, stavolta è il Napoli che batte l’Arsenal 200 milioni a 180.

Arsenal-Napoli match più prezioso, Slavia-Chelsea in coda per valore di mercato

Come detto, leggendo i numeri del mercato, Arsenal-Napoli è la vera partita della serata, la finale anticipata di questa edizione d’Europa League. E sì perché pure immaginando la somma dei valori delle singole squadre accoppiate dall’urna di Nyon, Gunners e partenopei rafforzano la loro superiorità totalizzando, insieme, due roster da 1.2 miliardi di euro. Per una quotazione complessiva inarrivabile per tutti. Anche per quel Chelsea, formazione con più appeal sul mercato secondo Transfermarkt.it, a quota 885 milioni, che, in tandem con lo Slavia Praga, non sfiora nemmeno i 950 milioni globali toccando quota 927. Poi, a seguire, Benfica e Eintracht a 579,7 e Valencia e Villarreal a 545,5 milioni di euro.