Al "Cilindro" di Avellaneda, città portuale della provincia di Buenos Aires, se lo ricordano ancora molto bene. In quello stadio, Diego Milito ha scritto pagine indimenticabili: all'inizio e alla fine della sua straordinaria carriera, cominciata e finita proprio con la maglia del Racing. Dopo aver giocato l'ultima partita nel maggio 2016 e aver celebrato il suo addio al calcio nel successivo novembre (grazie ad un'amichevole organizzata proprio dal club di Buenos Aires), l'ex "Principe" di Genoa e Inter è ora pronto a tornare per ricoprire un ruolo prestigioso. Come riportato dal "Clarin", Milito sarebbe infatti vicino ad accettare la proposta del presidente del Racing Avellaneda, Victor Blanco, ed entrare nuovamente nel club argentino come direttore generale dell'area tecnica.

Milito chiama Almeida

L'ex attaccante argentino, che in Italia ha vinto e lasciato ottimi ricordi, ha avuto recentemente un paio di incontri con la dirigenza del Racing. Durante questi appuntamenti, Milito e i vertici della società hanno discusso del ruolo che dovrebbe occupare e di come potrebbe essere riorganizzato il lavoro sotto la supervisione dell'ex giocatore. Come riportato dai media argentini gli incontri sarebbero stati positivi, anche se Milito sta ancora valutando se esiste la piena disponibilità della società.

La firma sul contratto e l'annuncio ufficiale, arriveranno infatti dopo che il diretto interessato avrà ottenuto carta bianca per il riassetto organizzativo del club. L'idea di Milito è infatti quella di organizzare il suo Racing sulla base dei modelli vincenti europei. Il nuovo direttore tecnico, avrebbe inoltre le idee chiare su quello che potrebbe essere il nuovo allenatore dopo l'esperienza di Diego Cocca. In pole position per la panchina, ci sarebbe infatti un altro nome conosciuto al pubblico italiano: quello dell'ex centrocampista di Lazio, Parma e Inter, Matias Almeyda.