Da dopo il triplice fischio finale di Manganiello, arbitro che ha diretto Napoli-Frosinone, Carlo Ancelotti ha potuto ufficialmente dare il via ai preparativi per la spedizione azzurra in Inghilterra. Tra pochi giorni gli azzurri saranno infatti a Liverpool per cercare di staccare il pass per gli ottavi di finale di Champions League. Nonostante la rotonda vittoria dei "Reds" con il Bournemouth, nella quale ha segnato tre gol Mohamed Salah, il tecnico napoletano non pare però più di tanto preoccupato.

"A Liverpool non metteremo il bus davanti alla porta, non siamo capaci di fare una partita difensiva – ha spiegato Ancelotti a Sky, dopo la vittoria sul Frosinone – In Inghilterra sarà fondamentale avere un atteggiamento propositivo. Salah ha fatto tre gol? Speriamo li abbia fatti tutti oggi. Che ricordi ho di Anfield? E' lo stadio più bello di tutti, c'è una atmosfera unica dopo il San Paolo. Ho dei bei ricordi, ci ho vinto la Premier con il Chelsea".

L'applauso di Carletto

"Contro il Frosinone abbiamo iniziato la partita nel modo giusto e poi l'abbiamo gestita bene – ha continuato il mister azzurro – Questa poteva essere una partita-trappola, ci eravamo già caduti contro il Chievo, oggi volevamo fosse diverso. Quelli che sono rientrati da tanto tempo meritano un plauso. Si sono sacrificati molto, hanno lavorato sodo. Tutti e tre, Meret, Ghoulam e Younes".

Dopo aver ricordato anche la vittoria del suo Milan nella finale di Champions League del 2007, Carlo Ancelotti ha poi concluso spiegando come dovrà arrivare la sua squadra a Liverpool: "Dobbiamo cercare di essere sereni, motivati, concentrati – ha aggiunto il tecnico del Napoli – Arriviamo con la giusta mentalità, i giocatori stanno bene, la condizione fisica è ottimale da parte di tutti. Qualcuno ha riposato oggi, ma anche chi ha giocato recupererà bene".