David Ospina è tornato a casa e sta bene. La paura è alle spalle, l'abbraccio dei figli che sono accanto a lui nel letto e gli strappano un sorriso è l'immagine più bella e rasserenante sulle condizioni del portiere del Napoli che domenica sera ha tenuto tutti col fiato sospeso per il colpo subito alla testa e il malore che poco dopo lo ha costretto al ricovero in ospedale. Il piccolino, Max, guarda il papà negli occhi e si stringe a lui: ne indossa la maglia, quella che lo ha visto finora protagonista con i partenopei tanto in campionato quanto in Coppa, tra Champions ed Europa League. Dulce Maria è seduta vicino e sorride. Il quadretto familiare è tenerissimo. Sua moglie, Jessica Sterling, gli ha dedicato un bellissimo messaggio su Instagram.

Voglio cogliere l'occasione per ringraziare Dio per la salute di David – si legge nelle poche righe scritte dalla donna a corredo dell'immagine postata sul proprio profilo Instagram -. Ho vissuto momenti di grande angoscia e disperazione perché mi sentivo impotente rispetto a quanto stava accadendo. Ci tengo a fare sapere a tutti che David sta molto meglio. Adesso siamo a casa un po' più tranquilli e aspettiamo che passi completamente lo spavento. Con questa buona notizia colgo anche l'occasione per ringraziare tutti per le loro preghiere e per esserci stati vicini. I bellissimi messaggi d'incoraggiamento ricevuti sono stati moltissimi!! Ancora grazia a tutti.

Cosa è successo a Ospina e come sta adesso? Il portiere colombiano – di proprietà dell'Arsenal e in prestito al Napoli – è stato colpito alla testa da Pussetto dell'Udinese. Uno scontro di gioco involontario che ha lasciato il segno come si evince dal cerotto vistoso sulla fronte dell'estremo difensore, medicato con punti di sutura per la ferita provocato dall'impatto con l'avversario. Soccorso, Ospina è rimasto in campo ma verso la fine del primo tempo s'è accasciato al suolo stordito. Lo staff medico ne ha chiesto subito il cambio e immediato è stato il trasporto in ospedale. Le sue condizioni non sono apparse preoccupanti e l'esito dei primi esami diagnostici ha dissolto ogni ansia sulle sue condizioni, confermando che si è trattata di una crisi vagale risoltasi fortunatamente nel giro di poche ore. Quando tornerà? Per adesso si gode il meritato riposo. Forza, Ospina, ti aspettiamo.