in foto: La stretta di mano tra Pioli e Gagliardini – Fonte Twitter Inter

I colori sono rimasti gli stessi, la prospettiva è però decisamente cambiata. Nel giro di poche ore, la carriera di Roberto Gagliardini è cambiata drasticamente. Passato in pochi mesi dal nerazzurro di Bergamo a quello di Milano, il giovane centrocampista cresciuto a Zingonia ha voluto salutare l'Atalanta e i suoi tifosi (nel giorno del suo passaggio all'Inter) con un lungo messaggio toccante su Instagram

"Bergamo, la mia città, i primi palloni da rincorrere, la mia famiglia fantastica che non mi ha fatto mai mancare nulla e che è stata, e sarà per sempre, la mia forza, la mia guida. E la famiglia Percassi che non ha mai smesso (soprattutto nei momenti più brutti) di credere in me. Il mio primo e immenso grazie va a loro. E poi l’Atalanta, l’amore di una vita che non passa mai. Qui sono cresciuto, diventato grande, ho imparato a sognare. Qui mi hanno insegnato i valori, il rispetto, qualsiasi piccola cosa".

Il grazie a Gasperini.

Il nuovo centrocampista dell'Inter, che verrà presentato nelle prossime ore grazie ad una diretta video e testuale sui canali social del club milanese, ha poi voluto ringraziare il tecnico Gasperini

"Mi ha cambiato carriera, vita, e prospettive. E sarò riconoscente con lui a vita, superfluo aggiungere altro: per sempre grazie mister! Oggi realizzo uno dei miei sogni, il futuro mi aspetta, è adesso; nel mio cuore però c’è sempre quel posto speciale per voi".

Il suo possibile esordio potrebbe arrivare in occasione della sfida di San Siro contro il Chievo: ventiquattr'ore prima dell'impegno degli ormai suoi ex compagni dell'Atalanta:ù

"Sarei falso se dicessi di stare male: giocherò per uno dei club più grandi del mondo. Ho sempre amato parlare poco. Ma una parola mai come adesso può valere più di tutto: grazie. Una casa è sempre casa, e lo è per sempre. E l'Atalanta è la mia casa, e lo sarà per sempre. Il neroazzurro era nel mio destino, ed un pizzico di voi scenderà sempre in campo con me. Grazie di cuore, e per tutto".

A photo posted by Roberto Gagliardini (@robertogaglia) on