Il salotto di Tiki Taka è il pulpito dal quale Wanda Nara torna a parlare. Lo ha fatto dopo la vittoria dell'Inter a Frosinone. Lo ha fatto dopo il calcio di rigore che Perisic ha sottratto a Icardi. Lo ha fatto dopo quell'abbraccio tra l'attaccante e il croato che fa tanto marketing ma è un affetto di ‘plastica'. E' davvero difficile credere che tra i due sia scoccata la scintilla della concordia dopo quanto accaduto. Più realistico, invece, che la posizione dell'ex capitano – indebolita prima dalla scelta della società e dell'allenatore poi dalla posizione dello spogliatoio – sia tale da non potersi permettere più alcun diritto di prelazione su niente. Nemmeno sulla battuta del penalty.

Il rigore a Perisic segno di debolezza non atto di generosità

Un tempo non sarebbe stato così. Un tempo Maurito avrebbe preso la palla e, posizionatala sul dischetto, si sarebbe accollato la responsabilità del tiro. Anche questo fa parte del segno dei tempi che passano, nonostante Wanda si sforzi di dare un'interpretazione diversa a quella situazione. E quel ‘dammi il cinque' rivolto al croato è buono per fare scena perché il copione così recita.

Evidentemente gli ha chiesto di calciare lui e Mauro gli ha detto di sì – ha ammesso la consorte/agente -. Per me vale più questo gesto che qualunque gol fatto, perché è una cosa bellissima per quello che si è visto. Anche perché Mauro è il primo che gli dà il cinque.

Il botta e risposta con Luca Toni: Tu lo avresti lasciato il rigore?

Dice bene Luca Toni che, presente nello studio Mediaset e seduto accanto alla donna, fa notare come tra compagni di squadra non si deve essere per forza amici. E che lui ha visto qualcosa di diverso rispetto al cosiddetto ‘bel gesto' compiuto dall'argentino. Wanda non ci sta e lancia una provocazione all'ex punta della Nazionale. "Tu lo avresti fatto? Tu avresti lasciato il rigore come ha fatto Icardi, visto che sei stato anche capocannoniere in passato?". La risposta dell'ex campione del mondo è lapidaria e tranciante: "Chiedi a qualcun altro…". La chiosa della signora Icardi è un moto d'orgoglio: "Gli hanno tolto la fascia, i rigori. Ma non gli toglieranno mai la felicità di giocare all’Inter". Se lo dice lei…