Harry Kane è sicuramente uno dei calciatori più preziosi al mondo: il secondo nella speciale classifica elaborata dal Cies (con un valore di poco superiore ai 200 milioni) alle spalle di Mbappé (218.5 milioni) e davanti a Neymar (197.1 milioni). Transfermarkt ferma l'asticella a quota 150 milioni, cifra che ritiene congrua se paragonata anche ai successi di squadra. Per il Tottenham, invece, la somma è di gran lunga superiore e ha fissato come prezzo del suo cartellino la cifra di 350 milioni in virtù anche del contratto che lo lega fino al 2024. Valutazione eccessiva? La quotazione dell'attaccante inglese è verosimile? Sì, abbastanza per spaventare chiunque voglia provare un approccio per strapparlo agli Spurs.

Sirene dalla Spagna. E' il Real Madrid il club maggiormente interessato a Kane, il quotidiano iberico ‘As' ha svelato un retroscena legato all'attaccante: la rivoluzione di fine stagione spinge i blancos a cercare nuove pedine per rigenerare la rosa. Benzema e Bale, per l'età il primo e per gli infortuni il gallese, vengono considerati fuori dai programmi futuri a lungo termine. Ecco perché la punta 25enne è in cima alla lista delle preferenze. Ecco perché – dopo un primo sondaggio effettuato – la replica del Tottenham è stata come rispondere picche. Per la serie: per noi è incedibile ma se lo volete allora dovete pagarci un prezzo folle.

La scheda di Harry Kane in stagione (fonte whoscored.com)
in foto: La scheda di Harry Kane in stagione (fonte whoscored.com)

La scheda di Kane, cosa dicono i numeri. Cresciuto nel settore giovanile del Tottenham, la cessione di Kane porterebbe nelle casse del club una plusvalenza incredibile ma al momento non c'è alcuna intenzione di privarsi di uno degli attaccanti più forti in circolazione. Da quando indossa la maglia degli Spurs ha realizzato 122 reti in 171 presenze in Premier League, un dato destinato a crescere se lo si analizza nel complesso (243 presenze, 160 gol con una media di 1.5 reti a partita). In nazionale ha totalizzato 20 gol in 35 partite. Quest'anno è giunto a quota 27 – di cui 14 in campionato – su 41 presenze (considerando tutte le competizioni, compresi gli impegni con l'Inghilterra).