Un altro incidente per l'Hellas Verona, o meglio per un giocatore dell'Hellas. E nulla c'entra un infortunio muscolare o un intervento duro di un avversario. Perché tutto è accaduto in strada, durante un viaggio in macchina, mezzo con cui gli uomini di Mandorlini sembrano avere poco feeling visti i troppi incidenti subiti. L'ultimo in ordine di tempo è accaduto a Nico Lopez che si è schiantato in autostrada mentre si stava recando al classico allenamento del pomeriggio. Per fortuna senza alcuna conseguenza per sè e per gli altri automobilisti coinvolti. Ma la notizia ha scosso il mondo scaligero recentemente già allarmato per l'incidente stradale che ha visto protagonisti Moras e Tachtsidis.

C'è stata molta paura ma non ci sono state gravi conseguenze fisiche per l'attaccante del Verona Nico Lopez , che nel pomeriggio di lunedì è stato coinvolto in un incidente stradale sull'autostrada A4, tra i caselli di Verona Est e Verona Sud in direzione Milano mentre si stava recando all'allenamento pomeridiano. Il giocatore è stato vittima di un tamponamento a catena, che ha coinvolto tre auto, e ha visto protagonista anche la sua Nissan, sulla quale viaggiava da solo, senza subire problemi e conseguenze fisiche né per sé né per gli altri automobilisti coinvolti. La società scaligera era già stata al centro di altri incidenti stradali quando meno di due settimane fa altri due calciatori Moras eTachtsidis erano rimasti fortunatamente illesi in un grave incidente a Bucarest , dove si trovavano con la Nazionale greca, in cui era però morto il guidatore dell'altra auto coinvolta.

Nico Lopez, arrivato in Italia grazie alla Roma di Sabatini, è di proprietà dell'Udinese ma è in prestito al Verona dal 30 agosto 2014 con l'opzione di diritto di riscatto e di controriscatto per il club friulano. Il 31 agosto ha fatto il suo debutto ufficiale con gli Scaligeri nella gara contro l'Atalanta e il 19 ottobre ha segnato la sua prima rete stagionale contro il Milan, gara terminata 3 a 1 per rossoneri contro cui ha segnato anche il 2-2 del ritorno a San Siro.