Ottenuta la sua riconferma fino al 2022, Ole Gunnar Solskjaer può guardare al futuro con più serenità e magari cominciare a programmare quella che sarà la prossima stagione del suo Manchester United. Tra gli obiettivi del tecnico norvegese, c'è anche quello di blindare i suoi giocatori più forti: tra questi anche Paul Pogba, da tempo nel mirino del Real Madrid. Dopo i messaggi d'amore che l'ex centrocampista della Juventus ha spedito a Madrid, Solskjaer ha dunque deciso di scendere in campo e spiegare il significato delle parole del suo giocatore

"Quando Paul ha detto che il Real lo sognano tutti i giocatori, non parlava di se stesso, faceva un discorso in generale – ha dichiarato il manager dei Red Devils – Lui è felice qui e sa che vogliamo dargli un ruolo da grande protagonista nel Manchester del futuro. Vogliamo costruire la squadra intorno a lui".

Raiola in viaggio per Manchester

"Queste cose accadono quando, in occasione di partite delle Nazionali, ai giocatori vien chiesto se vogliono cambiare squadra, o se a qualcuno piacerebbe giocare con questa o quella squadra – ha aggiunto Solskjaer – Le risposte sono sempre molto generiche, anche perché a chi non piacerebbe giocare nel Real Madrid? Ma lui sta bene qui con noi e non credo abbia intenzione di andarsene".
Nonostante le parole del tecnico dello United, la macchina organizzativa per far sbarcare Pogba a Madrid si sarebbe già messa in movimento. Mino Raiola è già in fermento e pronto a volare per Manchester, dove potrebbe incontrare la dirigenza del club inglese e ribadire l'intenzione del suo assistito: pronto a raggiungere Zidane. Per strappare Pogba dalle mani della proprietà dello United, servono però molti soldi. Nel 2016 costò ben 114 milioni di euro, ora per portarlo via da Old Trafford ne serviranno altrettanti.