Ormai manca pochissimo, il Campionato Europeo Under 21 che si disputerà in Italia e San Marino è pronto ad aprire i battenti. La rassegna giovanile più attesa di questa stagione dal prossimo 16 giugno catalizzerà l’attenzione di tutti gli osservatori del Vecchio Continente alla ricerca dei talenti più promettenti del panorama europeo. Attaccanti pronti a ripercorrere le orme di Cristiano Ronaldo, centrocampisti pronti a diventare i nuovi Paul Pogba, ma anche portieri che sperano di imitare quanto fatto da Manuel Neur o difensori pronti a prendere l’eredità di Sergio Ramos. E proprio di quest’ultimi andremo ad occuparci in questo articolo, andando a conoscere meglio quelli che alla vigilia del torneo sono i difensori più attesi.

La sorpresa Konaté il difensore più atteso dell’Europeo U21

Stando alle valutazioni riportate dal sito specializzato Transfermarkt il difensore più atteso dell’intera rassegna è il centrale francese Ibrahima Konaté che quest’anno si è imposto in Bundesliga con la maglia del Lipsia. La valutazione di 45 milioni di euro fatta dal portale per il 20enne cresciuto nel Sochaux fanno capire quante aspettative ci siano su di lui in questo torneo. Le qualità tecniche c’erano già, ma ora è diventato solido e attento sia in marcatura che nel difendere a campo aperto nell’uno contro uno non facendosi più prendere dalla frenesia. L’imponente fisico (1,93 m x 93 Kg) lo rende uno dei prospetti più completi nel ruolo.

Tah sulle orme di Boateng

Alle sue spalle troviamo un altro calciatore che milita in Bundesliga ma che difenderà i colori della selezione tedesca. Si tratta del difensore del Bayer Leverkusen Jonathan Tah (valutato 40 milioni di euro secondo Transfermarkt): 23enne di origini ivoriane con già grande esperienza sia a livello nazionale che internazionale (vanta già 6 apparizioni con la maglia della Nazionale maggiore). Anche per lui una delle armi principali è l’imponenza fisica (1,95 m x 97 Kg) grazie alla quale risulta quasi imbattibile nel gioco aereo e per la quale in patria viene spesso accostato al più esperto connazionale Jerome Boateng.

Klostermann e Upamecano: Lipsia Über Alles!

A chiudere il podio ex aequo (con una valutazione di 30 milioni di euro) altri due difensori del Lipsia, compagni di squadra e di reparto dunque di Konaté. Tra i più attesi della manifestazione ci sono infatti l’altro tedesco Lukas Klostermann, centrale classe ‘96 adattato con ottimi risultati nel ruolo di terzino destro da Ralf Rangnick, e colui che fa coppia al centro con lo stesso Konaté sia nel club della Red Bull che nella formazione transalpina, ossia il classe ‘98 Dayot Upamecano. Su quest’ultimo i dubbi riguardano la condizione fisica dato che è reduce da un brutto infortunio al ginocchio che lo ha costretto a saltare tutta la seconda parte della stagione.

Milenkovic in vetrina

Insieme a loro, con la stessa valutazione (30 milioni di euro) troviamo poi il primo rappresentante della nostra Serie A. Tra i difensori più attesi dell’intera rassegna figura infatti anche il serbo Nikola Milenkovic, centrale (all’occorrenza terzino destro) che nelle ultime due stagioni si è messo in mostra con la maglia della Fiorentina attirando l’attenzione di grandi club come l’Atletico Madrid del Cholo Simeone, suo grande estimatore.

Mancini la speranza di Di Biagio

Per trovare invece il primo italiano bisogna invece scorrere l’elenco fino alla nona posizione dove, dietro al 21enne terzino destro inglese del Crystal Palace Aaron Wan-Bissaka, al 22enne laterale sinistro spagnolo del Betis Junior Firpo e al 23enne centrale danese della Sampdoria Joachim Andersen (tutti valutati 25 milioni di euro su Transfermarkt), troviamo l’atalantino Gianluca Mancini che dopo aver giocato da titolare in Nazionale maggiore contro la Bosnia si presenta ai nastri di partenza dell’Europeo Under 21 con una valutazione di 22 milioni di euro (al pari dell’altro terzino spagnolo Alfonso Pedraza) che ne fa il difensore su cui il ct Gigi Di Biagio dovrà porre le maggiori speranze per quel che riguarda il pacchetto arretrato.