Gli attaccanti più pericolosi sono quelli che riescono ad impensierire più volte il portiere avversario. Ovviamente il merito non è solo loro, ma anche dei compagni che riescono a servirli in posizione favorevole, tale da poter andare alla conclusione. Ma i finalizzatori devono essere poi bravi nel centrare lo specchio della porta e concretizzare il maggior numero di occasioni. Ecco perché ci siamo chiesti quali sono i giocatori che hanno calciato di più verso la porta avversaria in Serie A nell’anno solare 2018.

Nessuno tira in porta quanto Insigne in Serie A

Primo in questa speciale graduatoria, davanti a tutti troviamo Lorenzo Insigne. L’attaccante del Napoli negli ultimi dodici mesi ha infatti effettuato 176 tiri totali verso la porta avversaria, realizzando 10 gol e colpendo diverse volte i legni (tre soltanto nel girone d’andata del campionato attualmente in corso). Nelle 36 gare di Serie A disputate nel 2018 dunque il funambolo partenopeo risulta essere di gran lunga il calciatore ad aver calciato con maggiore intensità verso la rete avversaria, tanto che la sua media si aggira intorno alle 4,9 conclusioni a partita.

Dzeko in crisi ma non per tiri

Al secondo posto invece un calciatore che gioca nella Capitale, che in questo girone d’andata non ha di certo brillato per prolificità essendo andato in rete con la sua Roma soltanto in due occasioni. Infatti, alle spalle di Lorenzo Insigne in questa graduatoria c’è il bosniaco Edin Dzeko con 133 tiri scagliati verso il bersaglio che gli sono valsi 10 realizzazioni. Per il centravanti giallorosso che nell’anno solare ha collezionato 33 apparizioni con la maglia dei capitolini in Serie A la media è stata quindi di 4 conclusioni a partita.

Chiesa: tanti tiri, pochi gol

Chiude il podio il talento della Fiorentina, Federico Chiesa. L’esterno d’attacco classe ‘97 nel 2018 ha calciato infatti 129 volte verso la porta avversaria mettendo a segno cinque reti. Nelle 37 circostanze in cui il 21enne figlio d’arte è sceso in campo in Serie A nell’ultimo anno solare ha tenuto dunque una media di 3,5 tiri per match.

A CR7 bastano sei mesi

La vera sorpresa la troviamo però alla quarta posizione di questa particolare classifica. Ai piedi del podio infatti troviamo lo juventino Cristiano Ronaldo che nonostante sia arrivato nel massimo campionato italiano soltanto in questa stagione ha già effettuato 125 tiri in Serie A, centrando il bersaglio grosso in 14 occasioni. Il tutto dunque ottenuto soltanto in 19 presenze per una media incredibile di oltre 6,5 conclusioni ad incontro.

Immobile: una rete ogni 5 tiri fatti

In quinta e ultima posizione di questa top 5 troviamo poi Ciro Immobile, il capocannoniere dello scorso campionato in coabitazione con l’interista Mauro Icardi. Il centravanti biancoceleste infatti nelle 35 apparizioni in Serie A nell’anno solare 2018 è andato al tiro 120 volte (per una media di quasi 3,5 conclusioni a partita), risultando però il cecchino più prolifico dato che con quei tiri è andato a segno in ben 23 occasioni, mantenendo un ritmo di un gol ogni 5,2 tiri effettutati.