All'Olimpico è andata in scena una partita divertente, in equilibrio dal primo all'ultimo istante tra due formazioni che malgrado le pesanti assenze sono riuscite a dare il meglio di loro stesse. Intuizione di Spalletti che inserisce Keita in campo e proprio l'ex Lazio segna il momentaneo 1-0 mentre la Roma si lecca le ferite per il palo di Florenzi (su magia di Schick). Nella ripresa però, è la Roma a fare la gara: Under si inventa una giocata straordinaria, controllo e tiro fuori area. 1-1, ma ci pensa Icardi di testa a riaprire le danze, fino al mani di Brozovic e al rigore di Kolarov per il definitivo 2-2

Gara da Champions, Olimpico esaurito

Partita aperta sin dai primi minuti all'Olimpico dove la Roma punta molto su Schick (visto l'infortunio di Dzeko) mentre nell'Inter Spalletti si gioca la carta Keita nel trio di trequartisti alle spalle di Icardi. Tra i nerazzurri il più attivo è proprio Keita Balde, che sente aria di derby ed è il primo a scaldare i guanti a Olsen. Tra i giallorossi l'ex di turno Zaniolo riesce più di Schick e Under a inserirsi tra le linee nerazzurre creando scompiglio davanti ad Handanovic.

Magia Schick, palo Florenzi

Al 25′ c'è la prima occasione d'oro: una splendida occasione per la Roma con Schick che dribbla in area di rigore un paio di avversari e di tacco offre l'assist perfetto a Florenzi. Tiro a colpo sicuro ma il diagonale colpisce solo il palo dopo aver superato Handanovic. La reazione dell'Inter è immediata con una occasione per Icardi con Olsen che sventa il pericolo.

Proteste Roma, per il VAR non è rigore

Il match che si accende alla mezz'ora: Zaniolo scalda ancora i guanti ad Handanovic con un tiro da lontano, così come dalla parte opposta vorrebbe fare Keita che non arriva per un millimetro su un cross in area, a due passi da Olsen. La Roma  alza il ritmo e al 35′  protesta per un intervento di D'Ambrosio su Zaniolo in area. Il VAR, però,dice che non è rigore.

Gol Keita, Inter in vantaggio

Tre minuti dopo, cambia la partita, con il vantaggio Inter: galoppata di D'Ambrosio sulla destra, cross a centro area dove si avventa Keita che approfitta del colpo a vuoto di Manolas per sfondare la porta giallorossa e portare la gara sui binari nerazzurri. La reazione Roma c'è, ma si spegne in una punizione perfetta di Kolarov sventata in angolo da un perfetto Handanovic.

Reazione Roma, Under trova il pari

La ripresa è a tinte giallorosse. Per i primi 10 minuti l'Inter non capisce nulla o pochissimo: pressing alto, verticalizzazioni, cross in area. La Roma fa la partita alla ricerca del pareggio che non sfugge: quando Under si inventa un fulmine a ciel sereno da fuori area anche Handanovic resta a guardare. Un gol strepitoso che scalda l'Olimpico e spegne l'Inter.

Raddoppio Icardi

La Roma sembra aver cambiato le sorti della gara con gli ospiti costretto alla rimessa. Spalletti cambia e dà respiro a Keita per Politano, senza cambiare assetto. L'Inter prova a tenere il ritmo più basso per respirare, ragionare e creare e al 66′ su un corner è Icardi a spezzare ancora gli equilibri: colpo di testa perfetto, Olsen di marmo rimane a guardare. Ma il match non è ancora finito

Mano Brozovic, rigore Kolarov

La Roma non ci sta, Di Francesco cambia, i giallorossi insistono e provano a trovare il pareggio. Ci pensa il VAR, Rocchi ma soprattutto Brozovic (con un gomito galeotto) a trovare il definitivo 2-2. Su rigore, Kolarov fulmina Handanovic che pur intuisce la traiettoria. Alla fine, Roma e Inter si danno battaglia fino al 95′ cercando di trovare il definitivo gol per la vittoria ma non c'è più tempo per altre emozioni.