Sinisa Mihajlovic sabato scorso ha annunciato di avere la leucemia e aveva detto che martedì avrebbe iniziato la partita più importante della sua vita. Ma l’allenatore serbo va di corsa e già nella giornata di lunedì è stato ricoverato in ospedale. La notizia l’ha data il Bologna attraverso un comunicato ufficiale:

Lo aveva detto sabato in conferenza stampa: ‘Non vedo l’ora di entrare in ospedale. Prima comincio le cure, prima finisco’. Sinisa Mihajlovic anche stavolta è stato di parola: d’accordo con lo staff medico del Bologna e del reparto di ematologia dell’Istituto Seragnoli del Policlinico Sant’Orsola, il tecnico ha addirittura anticipato a oggi il suo ingresso in ospedale, previsto originariamente per domani. All’attacco, fin dal primo momento, come aveva promesso. E noi con lui. Forza Sinisa!.

La malattia di Mihajlovic

Sabato in una conferenza stampa molto intensa l’allenatore del Bologna con il coraggio e la personalità che lo hanno sempre contraddistinto ha annunciato in prima persona di avere la leucemia e dopo aver raccontato come ha scoperto di essere malato ha detto che martedì avrebbe iniziato la sua battaglia, ma Sinisa va di corsa è con un giorno d’anticipo si è recato in ospedale.

Tutti al fianco di Sinisa

Quando la notizia si è diffusa, rapidamente, sono arrivate decine e decine di messaggi d’incoraggiamento, tantissimi dal mondo del calcio (l’Inter, il Napoli, il Torino, il Milan, la Roma, i presidenti Ferrero e Cairo hanno scritto un post per Mihajlovic). Sinisa oggi ha ricevuto anche la telefonata del suo amico Nole Djokovic, che ieri al termine di una finale fenomenale con Federer si è aggiudicato il torneo di Wimbledon per la quinta volta. La moglie, Arianna Rapaccioni, e le figlie più grandi Virginia e Viktoria hanno fatto sentire la propria voce hanno ringraziato tutti per il sostegno alla famiglia Mihajlovic che è pronta a battagliare.