Il Milan è e sarà attivissimo in questa sessione di mercato. Ibrahimovic è tornato dopo sette anni e mezzo e ha fatto anche il suo esordio contro la Sampdoria nel giorno dell’Epifania. Massara, Maldini, Boban cercheranno di cedere quattro o cinque calciatori e proveranno a prendere un centrocampista, un’ala e un difensore. Il sogno per la difesa era rappresentato da Todibo, ma la pista che porta al francese ha perso forza e i rossoneri hanno virato con forza su Kjaer, in uscita dall’Atalanta.

Svanito Todibo, l’obiettivo del Milan per la difesa è Kjaer

Il danese rappresenta una soluzione low cost. Kjaer è in uscita dall’Atalanta, con cui ha trovato poco spazio (appena sei presenze, solo quattro da titolare). Il centrale recentemente ha sbottato e si è messo sul mercato, un pensierino lo ha fatto la Sampdoria, ma l’offerta del Milan sembra più vantaggiosa. I rossoneri volevano prelevare Todibo, ma la trattativa è andata per le lunghe e il nodo da sciogliere è grosso. Perché il Milan vuole acquistarlo a titolo definitivo, mentre lui non vuole tagliare il legame con il Barcellona. Il club rossonero ha bisogno di un altro centrale difensivo, a disposizione di Pioli ci sono solo Romagnoli e Musacchio, Duarte è infortunato mentre Caldara non gioca da un anno e mezzo, e per non perdere tempo e per non rischiare di rimanere in mano con un due picche i rossoneri puntano su Kjaer.

Il mercato, in entrata e in uscita, del Milan

Almeno un colpo per reparto per il Milan, che per l’attacco potrebbe prendere anche Matteo Politano, esterno dell’Inter, che Conte ha utilizzato poco e che in pratica ha messo sul mercato. Se arrivasse Politano, potrebbe essere ceduto Suso. Verso la cessione Borini, che sembra aver trovato l’accordo con il Verona. La Premier League è nel futuro di Pepe Reina, che sembra a un passo dall’Aston Villa, e forse anche di Piatek, che sembra un obiettivo di mercato del Tottenham.