Il futuro di Krzysztof Piatek potrebbe essere in Premier League. Il centravanti del Milan, entrato in crisi e finito tra i giocatori in esubero dopo il rientro di Zlatan Ibrahimovic, è infatti seguito con attenzione da West Ham e Aston Villa: questi ultimi pronti a versare nelle casse rossonere una cifra tra i 28 e i 30 milioni di euro. Nelle ultime ore è però entrato in gioco anche il Tottenham: a caccia di un giocatore da inserire in organico al posto dell'infortunato Harry Kane.

Come rilanciato dal tabloid ‘The Guardian', la dirigenza degli Spurs sarebbe infatti pronta ad offrire al Milan ben 30 milioni di sterline (quasi 35 milioni di euro) per il cartellino del ‘pistolero' polacco. Un'offerta allettante per il Diavolo, che andrebbe a pareggiare la cifra spesa da Leonardo nell'inverno 2019 e che a questo punto darebbe il via ad un'asta tutta britannica per il giocatore di Stefano Pioli.

Piatek ormai convinto dell'addio

Sulle tracce dell'ex cannoniere del Genoa, oltre alle tre squadre della Premier League, negli ultimi giorni si erano mosse anche Bayer Leverkusen e Fiorentina. Due sondaggi che non avevano portato ad offerte per il club rossonero, né dalla società delle ‘Aspirine', né dal club di Rocco Commisso: ormai intenzionato a puntare tutto su Patrick Cutrone, un altro giocatore che ha giocato a San Siro e vestito i colori rossoneri insieme a Piatek.

Nelle prossime ore, il futuro del nazionale polacco verrà dunque definito. Inizialmente contrario a lasciare Milano, anche lo stesso giocatore avrebbe deciso di cambiare aria e di non entrare in concorrenza con Zlatan Ibrahimovic e con lo stesso Rafael Leao: scelto dallo svedese come spalla per l'attacco milanista. Dopo un anno esatto, il ‘Pistolero' Piatek è quindi destinato a traslocare nuovamente. Questa volta in Inghilterra.