Si potrebbe banalmente dire da San Siro a San Siro. Perché Koulibaly e Insigne espulsi in Inter-Napoli hanno entrambi avuto due giornate di squalifica e torneranno a disposizione per Milan-Napoli, che si giocherà a San Siro a fine gennaio. Entrambi salteranno il match con il Bologna, del 29 dicembre, e quello con la Lazio, in programma alla ripresa del campionato.

Perché Koulibaly e Insigne hanno avuto 2 giornate di squalifica

La sanzione di KK era ampiamente prevedibile. Il difensore era diffidato e prima di essere espulso aveva ricevuto un'ammonizione, quindi un turno era garantito, l'altro turno lo ha avuto per l'applauso ironico al direttore di gara, come è stato confermato anche dal giudice sportivo. Insigne invece era in diffida e ci resta. L'attaccante è stato espulso direttamente e ha ricevuto pure una multa di diecimila euro per aver rivolto al direttore di gara al 93′ un epiteto gravemente insultante, e la sanzione è stata aggravata perché in quel momento Insigne era il capitano.

10.000 euro di multa per Allegri

Due turni di stop li ha ricevuti anche il centrocampista dell'Empoli Rade Krunic. Una giornata di stop per Bentancur, espulso in Atalanta-Juventus, Vitor Hugo e Gerson (Fiorentina), De Paul (Udinese), Di Lorenzo (Empoli), Ferrari (Sassuolo), Andersen (Sampdoria) e Brozovic, che chiude anticipatamente il suo 2018 e salterà la partita con l'Inter. Il giudice sportivo ha inflitto anche un'ammenda di 10.000 euro al tecnico della Juventus Massimiliano Allegri. Questa la motivazione: "Per avere al termine della gara, negli spogliatoi espresso valutazioni insinuanti nei confronti dei collaboratori della Procura Federale". Inoltre sono state inflitte due giornate di squalifica al campo dell'Inter, che dovrà giocare due partite a porte chiuse.