Quando Maurizio Sarri ha sentito i cori razzisti dei tifosi dell'Inter al San Paolo proprio non ce l'ha fatta più. Quel ‘Vesuvio lavali col fuoco' che rimbombava nello spicchio di Curva riservato ai sostenitori nerazzurri ha spinto il tecnico del Napoli a recarsi verso il quarto uomo – l'arbitro Irrati -, a dirgli di ascoltare e prendere nota perché una cosa del genere non può passare sotto traccia né restare impunita. Cosa c'entra il Vesuvio con una partita di calcio? Nulla. E quegli slogan hanno macchiato una gara intensa dal punto di vista agonistico e giocata a scacchi sul rettangolo verde del San Paolo.

La mia protesta con Irrati? Ci sono forme di razzismo che vengono tutelate e a noi, quando ci gridano ‘terroni’ oppure ‘Vesuvio lavali col fuoco’ non ci viene concessa la stessa tutela: questo mi fa arrabbiare – è il commento di Sarri a Premium Sport.

Lo 0-0 è manna dal cielo per l'Inter ma non un mezzo passo falso per il Napoli. Per gli azzurri, reduci dal tour de force che li ha visti impegnati con Roma, Manchester City e poi la squadra di Spalletti, le note sono positive: anche dopo lo sforzo di Champions la squadra ha tenuto alti concentrazione e ritmo. L'ultima volta che è apparso il ‘segno X' in una gara del Napoli fu in occasione del 2-2 in casa del Sassuolo (23 aprile). Da allora, sommando i 5 successi di fila della scorsa stagione agli 8 di quella attuale, sono state 13 le vittorie consecutive. Non fosse stato per i miracoli di Handanovic, con ogni probabilità l'avrebbero spuntata i partenopei ma il pareggio è il risultato giusto.

Handanovic è straordinario, forse il più forte portiere del mondo in questo momento, ma in generale abbiamo trovato di fronte un'intera squadra molto solida. Sono soddisfatto di quello che ha fatto il Napoli: avere il 75% di supremazia territoriale senza concedere tanto agli avversari sono segnali che il match l'abbiamo giocato su buoni livelli.

E a chi da studio gli chiede una battuta sulla frase di Spalletti, che lo ha definito ministro dell'Economia, Sarri replica con altrettanta ironia.

Dal punto di vista delle palle gol sono due punti persi, ma se continuiamo con questo genere di prestazioni sarà difficile non fare risultato pieno'. Spalletti mi ha definito Ministro dell'Economia? Allora lui è il Ministro della Difesa.

Sarri: Turnover a Genova? Sono masturbazioni mentali.

A proposito dei liguri, mercoledì sera ospiteranno la squadra di Sarri nel turno infrasettimanale. Possibile ci siano dei cambi in formazione mail tecnico del Napoli liquida l'argomento.

Se contro il Genoa ci sarà turnover? Il turnover va fatto sempre con criterio e non con troppi giocatori per volta. Resta il fatto che il turnover è una masturbazione mentale solo italiana: in Inghilterra, ad esempio, il Manchester City gioca da otto partite sempre con gli stessi uomini, segno che qualcosa di diverso c'è nel loro modo di intendere il calcio.