Una domenica nera, anzi nerissima per Santi Cazorla. L'esperto centrocampista tornato a giocare con continuità al Villarreal dopo un lungo calvario legato ai tanti infortuni, ha vissuto una notte da incubo dopo la sfida in casa del Betis, persa dal "sottomarino giallo" con il risultato di 2-1. L'ex Arsenal nel finale ha avuto sui piedi il pallone del pareggio su calcio di rigore. La tensione ha giocato un brutto scherzo a Cazorla che si è fatto ipnotizzare dall'estremo difensore avversario. Nel post-partita poi le telecamere hanno immortalato il giocatore in lacrime per l'errore commesso, costato la sconfitta al Villarreal.

https://twitter.com/Cechque/status/1115123495640293376
in foto: https://twitter.com/Cechque/status/1115123495640293376

Santi Cazorla, cosa è successo in Betis-Villarreal

Nel posticipo domenicale della 31a giornata di Liga, il Villarreal si è ritrovato sotto di due gol sul campo del Betis, in virtù di una doppietta di Lo Celso. Nel finale ecco l'episodio della possibile svolta con un calcio di rigore per gli ospiti. Santi Cazorla si è presentato sul dischetto, ma qualcosa è andato storto: conclusione centrale e parata di Pau Lopez che ha disinnescato il tentativo, blindando la vittoria del club andaluso. Un errore, quello dell'ex Arsenal, che impedisce al Villarreal di fare un piccolo passo in avanti, restando così in zona retrocessione al terzultimo posto.

Le lacrime di Santi Cazorla per il rigore sbagliato in Betis-Villarreal

Grande sconforto per Santi Cazorla, che in stagione aveva segnato gli altri due tentativi dal dischetto contro Espanyol e Alaves. Le telecamere hanno immortalato il calciatore spagnolo nella "pancia" dello stadio nel post-partita mentre piangeva a dirotto. Nonostante il tentativo di consolazione di un componente della panchina del Villarreal, l'ex Arsenal è rimasto qualche minuto con il capo basso, alle prese con lo smartphone.

Cazorla, il ritorno ai campi dopo il lungo calvario

Santi Cazorla si sta rendendo protagonista comunque di un'ottima stagione al Villarreal, certificata dai 6 gol e 9 assist in 38 partite. Un rendimento importante per un calciatore che è reduce da un lungo calvario di infortuni. Dalla rottura del legamento crociato, ai problemi al tallone e alla caviglia destra. Il tutto senza dimenticare l'infezione che gli ha fatto rischiare addirittura l'amputazione del piede. Il peggio però ora è passato per Cazorla che sicuramente si rialzerà dopo questa ennesima caduta.